Donald Trump maschilista: Robert De Niro vorrebbe picchiarlo

By | 9 ottobre 2016

E’ scandalo sulle frasi sessiste proferite da Donald Trump anni fa. La polemica, che rischia di far vacillare la candidatura alla Casa Bianca di Trump, è scoppiata a seguito della pubblicazione di video del 2005 dal Washington Post. Il filmato è zeppo di termini offensivi nei confronti delle donne. Parole agghiaccianti, maschiliste, che hanno lasciato di stucco anche altri repubblicani come Mark Kirk, senatore repubblicano dell’Illinois. In molti adesso chiedono a Donald Trump di fare un passo indietro.

“Quando sei una star puoi fare tutto”

Parole inaccettabili, imperdonabili e oscene quelle contenute nel video diffuso recentemente dal Washington Post. Si sente Donald Trump affermare che, quando vede una donna, inizia a baciarla perché “quando sei una star te lo fanno fare, puoi fare tutto”. Dopo parole del genere, molti ipotizzano un ritiro di Donald Trump e la sua sostituzione con un altro candidato repubblicano. Si tratterebbe, però, di una procedura difficile ed inedita. Nonostante il polverone alzato dal quel video, però, Trump ha fatto sapere che non ha nessuna intenzione di ritirarsi, scusandosi con tutte le donne che si sono sentite ferite nel loro amor proprio. Scioccati dalle parole sessiste di Donald Trump numerosi repubblicani, tra cui Paul Ryan, numero uno in Congresso. Ryan ha esortato il tycoon candidato alla Casa Bianca a non presentarsi al comizio in Wisconsin, in programma nelle ultime ore.

Donal Trump si scusa con le donne

Donald Trump è stato raggiunto da una ‘pioggia abbondante’ di critiche dopo la diffusione di quel video, risalente a 11 anni fa. Il tycoon statunitense, adesso, si scusa con tutte le donne e dice che tutti quelli che lo conoscono sanno che è una persona differente da quella che mostrano i media.

Tempi duri, dunque, per Donald Trump. I suoi termini derisori hanno fatto impallidire anche il suo vice, Mike Pence, che ha affermato di essersi sentito “offeso come marito e come padre”. La stessa Melania Trump, moglie del ricco immobiliarista repubblicano, ha voltato le spalle al marito definendo “inaccettabili” quelle parole. Melania, comunque, ha supplicato gli americani a perdonare Donald Trump. Lo faranno?

L’attacco di Robert De Niro

Quelle parole misogine costeranno caro a Donald Trump? Probabilmente sì. Per molti repubblicani e democratici una figura del genere rischia di rovinare l’immagine degli Usa nel mondo. La stessa Hillary Clinton, su Twitter, ha invitato gli americani a fermare Trump. Tanti politici, artisti e attori hanno demonizzato il candidato repubblicano alla Casa Bianca. Tra i più furibondi c’è indubbiamente l’attore Robert De Niro, che ha attaccato duramente Donald Trump in un filmato per la campagna ‘Vote your future’. Dal discorso si evince che il prossimo 8 novembre 2016 De Niro non voterà certamente Trump.

L’attore premio Oscar ha equiparato  Trump a un cane, a un maiale, a un truffatore e a un “artista della stronzata”. Già tempo fa l’attore aveva criticato Trump ma stavolta l’ha fatto in modo alquanto veemente. De Niro ha detto che, se potesse, lo prenderebbe a pugni in faccia. Il video, in poco tempo, è diventato virale ed è stato ritwittato anche dalla ‘madre’ della saga di “Harry Potter” J. K. Rowling. Robert è infuriato per il fatto che a un idiota come Donald Trump sia stato permesso di arrivare fino a tal punto. Il breve filmato di De Niro termina con 2 parole: “Non votate Trump”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.