Ettore Bernabei morto all’Argentario: Rai piange immenso direttore generale

By | 14 agosto 2016

Il mondo della tv piange Ettore Bernabei, ex direttore generale della Rai e produttore televisivo. Aveva 95 anni. Ettore è venuto a mancare all’Argentario, dove stava trascorrendo le vacanze estive. La triste notizia è stata resa nota dal figlio Luca che, assieme alla sorella Matilde, ha seguito le orme del padre.

L’annuncio di Luca Bernabei

Luca Bernabei ha annunciato così il decesso del padre:

“Papà si è spento serenamente, in un luogo che amava tanto, dove gli piaceva riunire la famiglia, forte del senso di accudimento per i suoi che ha sempre avuto. Era a tavola e fino ad oggi pomeriggio ha parlato di politica, di economia. Se n’è andato tranquillo, pronto a questo momento”.

L’Italia ha perso un grande del giornalismo. Ettore Bernabei, classe 1921, nacque a Firenze. Era un fervente cattolico e padre di 8 figli. La sua prima grande passione fu proprio il giornalismo, a cui dedicò anima e corpo. Prima di diventare direttore generale della Rai (incaricò che ricoprì dal 1961 al 1974), Bernabei diresse “Il Popolo”, tabloid della Dc.

Ettore Bernabei: direttore generale Rai a 40 anni

loading...

Ettore amava il giornalismo, la lettura e la scrittura. Tra i libri che scrisse ricordiamo “L’uomo di fiducia”. Ettore Bernabei aveva solo 40 anni quando approdò alla Rai. Il suo obiettivo era quello di educare, quindi fece il possibile per rendere il popolo italiano più istruito. Negli anni ’60 la Rai presentò telefilm che traevano ispirazione da grandi opere della letteratura, come “I Promessi Sposi” e “L’Odissea”. In quegli anni, non lo dimentichiamo, il maestro Manzi insegnava a leggere e scrivere agli italiani. In Italia, all’epoca, il 35% delle persone era analfabeta.

Nel 1974 Bernabei lasciò la Rai per ricoprire un altro ruolo importante: diventò direttore dell’Italstat, finanziaria a partecipazione statale che progettava ed edificava importanti infrastrutture. Nel 1992 Ettore si proiettò nel mondo della produzione, creando la Lux Vide, casa di produzione che ha realizzato fiction importanti e molto seguite, come “Don Matteo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *