Finge di essere un prete per visitare gratis il Duomo di Milano

By | 6 settembre 2017
loading...

Milano, Vestito da Prete per non Pagare il Biglietto del DuomoTroppo caro il biglietto per visitare il Duomo di Milano per un 19enne che, quindi, ha tentato di eludere i controlli travestendosi da prete. E’ accaduto lo scorso 4 settembre 2017. Al 19enne è andata male però, visto che è stato scoperto durante un controllo. Poliziotti, militari dell’Esercito e addetti alla sicurezza della Veneranda Fabbrica del Duomo si sono subito accorti che quel 19enne voleva fare il furbo. Il ragazzo, secondo le prime indiscrezioni, era entrato con abiti civili, poi, all’interno, aveva indossato una camicia da prete. La security lo aveva rincorso perché si trovava in una zona proibita al pubblico. Il giovane si era dato alla fuga. Dopo un breve inseguimento, gli agenti lo hanno fermato, chiedendogli di esibire i documenti. Il 19enne ha dapprima detto di essere un seminarista, poi un ministro di culto ortodosso. Dichiarazioni contraddittorie che hanno insospettito le forze dell’ordine.

L’ammissione del finto prete

Messo alle strette, il finto prete ha ammesso di essersi vestito da religioso per non pagare il biglietto. Il gesto gli è costato una denuncia per truffa, procurato allarme e usurpazione di titoli e onori. Il ragazzo non è né un seminarista né un ministro di culto ortodosso, è semplicemente un furbetto, originario della Brianza ma residente nel Varesotto, che ha cercato di visitare il Duomo di Milano senza pagare nulla. Prima di essere sorpreso dalla Polizia, lunedì scorso, il ragazzo vestito da prete si era anche fermato a parlare con alcune suore, giusto per essere maggiormente credibile agli occhi del servizio di vigilanza. Un dettaglio che, però, non è sfuggito alla security. L’abito indossato era sbagliato, non era certamente quello che indossano solitamente i ministri di culto ortodossi.

Abito pagato 70 euro

Un’azione veramente assurda quella del 19enne italiano. Agli agenti ha detto di aver acquistato il vestito da prete in un negozio vicino al Duomo. Avrebbe sborsato 70 euro. Una cifra decisamente superiore ai 3 euro che servono per visitare il Duomo di Milano. Una scelta senza dubbio sconsiderata. Sembra che il finto prete avrebbe voluto non solo visitare gratuitamente l’edificio religioso ma anche accedere alle aree normalmente interdette al pubblico. Ha pensato così che, magari con l’abito talare, gli addetti ai controlli avrebbero chiuso un occhio.

Una ragazzata finita nel peggiore dei modi. Bastava pagare 3 euro e non ci sarebbe stato nessun problema. Il 19enne, invece, non solo ha speso 70 euro per il vestito ma si è anche beccato una bella denuncia. La prossima volta eviterà certamente i camuffamenti prima di visitare luoghi sacri e monumenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *