Forte dolore alle mani: signora coreana fa scoperta sconvolgente

By | 11 novembre 2017

Corea del Sud, scopre di avere oro nelle maniNon riusciva a capire perché sentiva un dolore insopportabile alle mani. Dopo essersi recata in ospedale ha fatto una scoperta sconvolgente. E’ veramente curiosa la storia che vede protagonista una signora coreana. La donna è affetta da anni dall’artrite reumatoide, una patologia per cui attualmente non esistono terapie efficaci. I medici di un ospedale coreano avevano subito sottoposto la signora a una lastra per verificare cosa avesse ed erano rimasti allibiti. Nella carne degli arti c’erano frammenti d’oro. Un miracolo? No, è il frutto dell’atteggiamento della signora. Invece di curare l’artrite reumatoide con i medicinali, si era sottoposta, per anni, a sedute di agopuntura. Col passar del tempo, molti filamenti d’oro degli aghi erano rimasti nelle dita e nei polsi della coreana. Live Science ha riportato che la donna iniziò ad accusare i primi dolori alle mani quando aveva 18 anni ma si rese conto di essere malata di artrite reumatoide a 48 anni.

Agopuntura: pratica molto diffusa in Oriente

Fidarsi dell’agopuntura per curare l’artrite reumatoide e ritrovarsi le mani piene di oro. E’ successo veramente in Corea del Sud. Durante le sedute di agopuntura, gli aghi sterili vengono inseriti nel corpo. La pratica è molto diffusa in Oriente, anche se non vi sono risultanze scientifiche della sua efficacia per contrastare l’artrite reumatoide.

Le mani della signora coreana sono state letteralmente deformate dall’artrite reumatoide. Il dottor Kyung-Su Park, reumatologo dell’ospedale di St. Vincent, in Corea del Sud, ha seguito la paziente e dice che il dolore alle mani, secondo lui, non dipende dai filamenti d’oro ma dalla sua temibile patologia.

Probabilmente, se la signora non si fosse sottoposta alle sedute di agopuntura ma avesse optato per i trattamenti medici standard, i dolori alle mani non sarebbero stati così forti e la deformazione così accentuata.

“Dipende (la donna coreana, ndr) dalla medicina tradizionale come l’agopuntura, invece di ricevere un adeguato trattamento medico con farmaci anti-reumatici”, ha affermato il reumatologo coreano.

Adesso i dottori esortano la signora ad assumere i farmaci contro l’artrite reumatoide e abbandonare le sedute di agopuntura. Sono svariate le ragioni per cui le persone scelgono le terapie naturali a quelle standard, nonostante non ci siano prove della loro efficacia per curare certe malattie.

Terapie alternative potrebbero rivelarsi dannose

Ogni trattamento medico, per essere usato sui pazienti, deve essere confortato da solide prove sulla sua validità. Le terapie alternative, invece, si diffondono a prescindere dalla sussistenza di prove che ne attestano l’efficacia per annullare le patologie. Ne deriva che alcune terapie alternative si potrebbero rivelare dannose.

Optare per le terapie alternative per la cura di patologie gravi, come il tumore, potrebbe risultare fatale. Molte persone, nel mondo, sono morte anzitempo dopo essersi affidate alle cure naturali per combattere malattie temibili.

L’omeopatia ed altri rimedi alternativi si fondano sul convincimento che il corpo sa combattere le malattie senza farmaci se viene esposto alle sostanze che provocano la patologia stessa. Le terapie alternative dunque dovrebbero sempre integrare la medicina tradizionale, non sostituirla.

Se la signora coreana avesse scelto prima la terapia farmacologica, forse oggi non avrebbe mani deformate e contenenti filamenti d’oro, e sentirebbe meno dolore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *