Foto dei bambini sui social network: rischio maxi multa

By | 8 gennaio 2018

Foto social network minori multaPostare foto dei minori sui social network può costare una multa salatissima. Ciò vale anche se si pubblicano le immagini dei propri figli. Lo stabilisce una recente ordinanza del tribunale di Roma scaturita dal ricorso di un 16enne. Questo si era opposto all’atteggiamento della madre, che postava in continuazione le sue immagini e pubblicava commenti che lo riguardavano. I giudici hanno obbligato la signora a non postare più immagini del figlio se non vuole incorrere in una multa di 10mila euro. La notizia è stata riportata da numerosi tabloid italiani, tra cui il Sole 24 Ore, che ha parlato di ‘precedente unico in Italia’.

Tutelare i minori

L’ordinanza del tribunale di Roma è ispirata alla necessità di tutelare i minori. Negli ultimi anni, comunque, sono stati emessi tanti pareri e decisioni che hanno intimato ai genitori di inattivare i profili social dei figli o cancellare le immagini dei minori dai propri. Ciò vale anche per WhatsApp.

I magistrati romani si sono basati sull’art. 96 della legge sul diritto d’autore, ovvero la n. 633 del 1941, secondo cui che l’immagine di una persona non si può pubblicare senza la sua autorizzazione. La disciplina riguarda anche i figli.

loading...

Le foto finiscono nelle mani di furfanti

Forse la maggioranza delle persone non posterebbe più le foto dei propri figli se sapesse se circa il 50% delle foto di minorenni che vengono pubblicate sui social media finiscono tra le mani di malintenzionati. La giurisprudenza, del resto, è alquanto in chiara in tema.

‘L’inserimento di foto di minori sui social network costituisce comportamento potenzialmente pregiudizievole per essi… Il rischio maggiore è la diffusione delle immagini fra un numero indeterminato di persone, conosciute e non, le quali possono essere malintenzionate’, recita una sentenza emessa nei mesi scorsi dal tribunale di Mantova.

I genitori devono ricordare che le foto in Rete finiscono per essere in ogni posto, per sempre. I minori vanno sempre monitorati non solo all’esterno ma anche tra le mura domestiche. Oggi, infatti, anche loro sono sempre connessi e il rischio di postare qualche scatto compromettente è elevato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *