Gemellini morti nel sonno: la tragica scoperta di mamma Sarah

By | 25 settembre 2017

Galles, madre scopre due gemelli morti, il terzo è salvoE’ mistero, nel Galles, sulla morte di due gemellini. I piccoli sono stati ritrovati senza vita dalla madre, la 29enne Sarah Owens. La donna aveva partorito 3 gemelli 5 mesi fa. Il terzo, dei piccoli, è attualmente in vita. Perché i 2 gemellini, invece, sono morti? Inizialmente si era pensato al monossido di carbonio sprigionato da una stufa malfunzionante; poi tale ipotesi è stata esclusa. Lo hanno confermato alcuni vicini di casa di Sarah, che nelle ultime ore hanno parlato col nonno dei due gemellini morti nel sonno. La 29enne, sabato scorso, si è impaurita quando ha notato che due dei suoi tre gemelli non reagivano agli stimoli. Erano inerti. Subito ha chiamato gli operatori sanitari. La Owens è una mamma single che vive a Bridgend, Galles del Sud. Quando gli operatori sanitari erano arrivati nella casa di Sarah avevano immediatamente accertato la morte di Charlie e Noah. L’altro gemellino, Ethan, era invece vivo. Come mai? Perché quei due piccoli sono morti nel sonno? Perché, allora, Ethan si è salvato? Sarah e gli investigatori si stanno ponendo mille domande in queste ore.

Gemellini morti nel Galles del Sud: indaga la Polizia

Sulla tragedia avvenuta a Bridgend sabato scorso sta indagando la Polizia, che si è rifiutata di rilasciare commenti ai giornalisti. Forse, il silenzio degli agenti è dovuto alla tipologia del caso, alquanto delicato.

Siobahn Boyd, madrina dei gemellini deceduti la scorsa settimana, ha creato una pagina sul web per raccogliere fondi necessari per organizzare il funerale delle piccole vittime: ‘Purtroppo questa mattina se ne sono andati due dei miei bei dèi. Sto cercando di raccogliere fondi per la madre. Speriamo che qualcuno ci aiuterà economicamente, in modo da allontanare lo stress finanziario di Sarah, che sta vivendo un momento difficile. Grazie a tutti per aver letto xxx’.

Un amico di Sarah ha affermato che la 29enne amava moltissimo i suoi i bimbi, che pesavano poco, alla nascita, ma si erano, pian piano, ripresi. A detta dell’uomo, Sarah sarebbe devastata.

La testimonianza di una vicina di casa: neonato con faccia grigia

‘E’ stato terribile. Ho visto un pompiere che portava in braccio uno dei gemellini. Il piccolo aveva una faccia grigia, penso che fosse già morto’, ha riferito la 64enne Anne Way, una vicina di casa della Owen. La signora Way ha affermato che gli operatori sanitari avevano cercato di rianimare i neonati su un’ambulanza ma tutto è stato vano. Anne ha aggiunto che Sarah, venerdì scorso, aveva portato i suoi figlioletti in una clinica per un controllo.

Sarah, a detta dei vicini e di chi la conosce, è una brava persona e una brava madre. Negli ultimi mesi era stata molto indaffarata perché i gemellini erano nati prematuramente, quindi erano molto piccoli. La giovane aveva dovuto fare la spola tra l’ospedale e la sua casa di 3 camere per molto tempo.

Sarah dovrà lasciare la sua casa

Perché quei gemellini sono morti? Se il monossido di carbonio non c’entra, cosa è stato ad uccidere i neonati. Sarà l’autopsia sui corpicini a portare nitidezza nella vicenda.

Sarah si era trasferita nella casa di Bridgend, presa in affitto, 10 settimane fa. Il mese prossimo dovrà cercarsi un altro alloggio perché il proprietario l’ha venduta. La Owen viveva con i suoi genitori quando i gemellini erano nati, ad aprile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *