Glasgow, mistero sulla morte di Debora Rastelli

By | 5 agosto 2017

Glasgow: mistero sulla morte di Debora RastelliUn’altra ragazza muore misteriosamente all’estero. Perché Debora Rastelli, 25enne originaria di Cossato, in provincia di Biella, è morta a Glasgow, in Scozia? Debora si era recata nella cittadina scozzese per perfezionare la lingua ma intanto lavorava come assistente sanitaria. Tutto procedeva bene, finché qualcosa di brutto è accaduto. Ma cosa? Se lo domandano i genitori della 26enne, che non avevano più sue notizie da un paio di giorni, gli amici e tutti quelli che le volevano bene. La Polizia scozzese esclude l’ipotesi dell’omicidio: sul corpo della Rastelli non sono stati trovati segni compatibili con un omicidio. ‘Non è morta in circostanze sospette’ hanno detto gli agenti scozzesi. E allora qual è il motivo del decesso dell’italiana? Pare che sul corpo di Debora e nel suo appartamento non sia stato trovato nulla che faccia pensare a un omicidio. Qualcosa comunque è successo. Debora lavorava a Glasgow per accantonare il denaro necessario a continuare gli studi.

Genitori di Debora arrivati a Glasgow

La giovane italiana Debora Rastelli è stata trovata esanime nel suo appartamento di Glasgow, in Scozia. Non è arrivata neanche a festeggiare il suo compleanno. Avrebbe compiuto 26 anni il prossimo 21 agosto 2017. Il cadavere della ragazza è stato scoperto da una coinquilina. Il Consolato di Edimburgo, di recente, ha contattato i carabinieri di Biella e la Polizia per avvisare i parenti di Debora. Maria Angela, madre della 25enne, e il patrigno si sono già recati a Galsgow per l’identificazione del cadavere. Era effettivamente Debora Rastelli quella ragazza trovata morta in un appartamento di Glasgow, location in cui viveva da circa un anno. Nessun segno di violenza e nessun oggetto spostato o segno di effrazione in casa. E’ mistero sulla morte della biellese. Il caso è seguito anche dal Ministero degli Esteri. Qualcuno sta pensando a un malore fatale, ma Debora non soffriva di patologie, aveva una salute di ferro.

La Polizia scozzese, finora, non ha fornito nessuna informazione, oltre all’esclusione dell’ipotesi omicidio. Massimo riserbo sulle indagini. Il caso presenta molte zone grigie. Un comunicato diffuso nelle ultime ore dal Ministero degli Esteri recita: ‘La Farnesina segue sin dal primo momento la vicenda della giovane italiana trovata morta nella sua abitazione a Glasgow, in stretto accordo con il consolato generale di Edimburgo e le autorità locali, ed è in contatto con la famiglia della connazionale per prestare ogni possibile assistenza’.

Le parole del portavoce della Polizia scozzese

Subito dopo il ritrovamento del cadavere della ragazza italiana, un portavoce della Polizia scozzese ha riferito al Glasgow Live: ‘Mercoledì 2 agosto la Polizia ha ricevuto la segnalazione del cadavere di una donna di circa 23 anni in un appartamento a Murano Street. Non sussistono circostanze sospette attorno a tale decesso’.

loading...

Dopo la segnalazione dell’inquilina, Poliziotti, pompieri e operatori sanitari si erano subito precipitati nell’appartamento dove viveva Debora Rastelli. Purtroppo nessuno aveva potuto fare nulla. La ragazza italiana era già morta. Sarà probabilmente l’esame autoptico a fornire utili indicazioni per chiarire le cause del decesso della ragazza italiana trasferitasi a Glasgow da oltre un anno per imparare la lingua. Debora ha trovato la morte in Scozia, lasciando nel dolore tutti quelli che le hanno sempre voluto bene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *