Cronaca

“Ho poteri magici”, arrestato 35enne che adescava e violentava ragazzini

Millantava poteri soprannaturali ed era pronto a interrogare le carte o a compiere riti magici per risolvere problemi di ragazzini fragili e insicuri. Li adescava sui social network e non si limitava a suggestionarli. La polizia di Forlì ha arrestato un 35 enne per violenza sessuale su due minori.

Sedicente mago adescava minori sui social

Adescava ragazzini tramite i social network. Si spacciava per essere una personalità del mondo dello spettacolo, li affascinava, gli prometteva incontri con vip, aiuto a realizzare e pubblicare video musicali su social network in vista di debutti in occasioni di eventi o competizioni musicali.

Poi intratteneva con loro conversazioni quotidiane su Whatsapp via via sempre più confidenziali fino a contenuti a sfondo sessuale. Tra le interecettazioni dei poliziotti della Squadra mobile e del Servizio centrale operativo di Forlì ci sono frasi quali: “Abbracceresti mai un tuo amico? Lo baceresti mai? Ti esporresti così tanto? Potrebbe già essere un fatto di andare oltre il pregiudizio della gente”.

Scambiava video on line e offriva ‘aiuto’ tramite presunti poteri magici. Assicurava un “giro di carte per capire se intorno a te c’è la tua energia”. E così un 35 enne era riuscito via via a carpire la fiducia di due minori fino alla violenza. La polizia l’ha arrestato.

“Ho poteri magici”, dalla virtualità alla tana del lupo

A far scattare le indagini sono state alcune segnalazioni giunte da comuni limitrofi e provincia: Savignano sul Rubicone, Gatteo e Rimini. Se un potere magico aveva l’uomo, era quello del raggiro e di far leva su poco più che bambini insicuri e creduloni.

Oltre ai minori,  tutti di età compresa tra i 14 ed i 17 anni, riusciva a trarre in inganno anche i loro genitori rassicurati dal fatto che lui stesso avesse figli minori. Così pareva normale che li invitasse nella sua casa tramutata con squallida ‘magia’ in tana del lupo.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.