Gira video a 170 km/h: romena morta

By | 26 settembre 2016

Si stava recando a Varese, dal fidanzato, con la sua Fiat Punto grigia. Aveva spinto la vettura fino a 170 km/h e stava filmando tutto col suo smartphone. C’è un video che lo conferma. Una distrazione, però, le è costata la vita. Una romena di 25 anni ha perso così la vita, venerdì scorso, nei pressi di Calcara di Crespellano, sulla A1.

Video ritrae la romena che inquadra il cruscotto

L’alta velocità è stata indubbiamente la causa del tremendo incidente avvenuto venerdì scorso sulla A1. Ana Maria Ahmeti aveva premuto molto l’acceleratore, facendo toccare alla sua Fiat Punto i 170 km/h. A confermarlo il video che stava facendo prima dell’impatto con il guardrail. Il filmato ritrae la donna che inquadra il cruscotto. Si vede bene il tachimetro: la velocità lambita è pari a 170 km/h. Una disattenzione, però, è stata esiziale: la Punto è andata a finire contro il guardrail e poi si è ribaltata. La romena è morta sul colpo. Sul posto sono arrivate le forze dell’ordine e gli operatori sanitari.

Una bravata o la voglia di arrivare presto dal fidanzato? Non si conosce il motivo per cui la 25enne aveva spinto la sua Punto a una velocità ben superiore al limite massimo stabilito dal codice della strada. Il dramma è avvenuto in località Valsamoggia, in provincia di Bologna. Sul posto sono arrivati anche i vigili del fuoco, che hanno estratto dalle lamiere il corpo esanime dell’immigrata.

Video ritrovato dalla Polizia stradale

Perché quella romena aveva lanciato la sua auto a 170 km/h e stava immortalando la scena col suo telefonino? Voleva diffondere il filmato per pavoneggiarsi con amici e parenti? Le forze dell’ordine stanno cercando di fare luce su un altro triste episodio frutto della superficialità e dalla disattenzione. Il video, che è stato ritrovato dagli agenti della Polizia stradale, sarebbe stato girato un minuto prima dello schianto. Un botto forte, che non ha lasciato scampo alla romena. Parti di motore e lamiera sono andati a finire anche sulla corsia nord dell’austostrada A1.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.