Indian Summer: il caldo americano che non ti aspetti

0
indian summer USA

Negli Stati Uniti, le vacanze non finiscono mai, cioè qualunque periodo dell’anno è un buon periodo per vedere qualcosa di eccezionale; ad esempio possiamo citare il fenomeno chiamato Indian Summer si svolge regolarmente dalla fine del mese di settembre alla metà del mese di ottobre. L’Indian Summer si riferisce a quei periodi particolari a seguito  dell’equinozio d’autunno, quando si manifesta una temperatura insolitamente calda e temperata. Un periodo che costringe ad abbandonare gli abiti pesanti e ritornare ad indossare magliette e calzoni corti.

Met Office Meteorological Glossary

In America il fenomeno meteorologico che si ripete ogni anno è praticamente una breve estate dopo l’autunno, un periodo caldo e soleggiato che precede l’inverno; un evento meteorologico storico poiché se andiamo a documentarci scopriamo che il Met Office Meteorological Glossary, una dispensa pubblicata per la prima volta nel 1916 e ha menzionato e fatto riferimento al Indian Summer, descrivendola come: “un clima caldo e calmo che si verifica in autunno, specialmente in ottobre e novembre”.

Indian Summer: una leggenda

Un buon periodo quindi per fare un viaggio negli Stati Uniti e trovare un clima accogliente e soprattutto senza la necessità di portare abiti pesanti. Il nome bizzarro di Indian Summer probabilmente fa riferimento al fatto che  in origine le condizioni  condizioni climatiche così favorevoli consentivano ai nativi americani di cacciare per un periodo più lungo prima dell’arrivo dell’inverno e della neve. Un periodo climatico così dolce e adatto alle vacanze che ha radici davvero lontane e che si ripete decennio dopo decennio; testimonianze storiche provano che negli USA da tempo l’Indian Summer è una realtà climatica.

Cenni storici

La prima volta in assoluto che il nome Indian Summer appare in forma scritta è in una lettera del francese John de Crevecoeur nel 1778, l’uomo scrive  una descrizione dettagliata del Mohawk e nella lettera afferma: “A volte la pioggia è seguita da un intervallo calmo e caldo chiamato Indian Summer.” Anche questo fenomeno rende nei secoli l’America un Paese sognato e desiderato; chi non vorrebbe vedere l’America? L’Indian Summer in Europa da lungo tempo è nota come “estate di San Martino”, il termine rientra nell’uso comune europeo intorno al XIX secolo e tale è rimasto.

Vacanze ideali

Ecco che possiamo affermare che questo è il periodo perfetto per un viaggio in America, ad esempio nel New England, il luogo perfetto per vivere da vicino l’Indian Summer, cosi come le White Mountains nel New Hampshire, un luogo famoso per gli spettacolari aceri e il delizioso sciroppo che ne viene ricavato. Un’altra deliziosa destinazione è la Catskill Mountains,  perfetto per chi ama pescare o fare lunghe  camminate. Il luogo si trova a poca distanza dall’ambita New York.

Come organizzare una vacanza negli Stati Uniti

Il modo più semplice per andare in vacanza negli Stati Uniti, sfruttando le offerte che sono proposte in questo periodo dell’anno è richiedere un ESTA anziché un visto per così dire più “pesante”. L’ESTA è il moderno sistema elettronico per l’autorizzazione al viaggio, che consente di visitare e soggiornare negli Stati Uniti per un massimo di 90 giorni per volta senza dover ottenere un visto americano tradizionale. Più rapido quindi e facilmente ottenibile.

Rapido ed economico

La richiesta e tutta la procedura inerente può essere avviata comodamente online, si evita così il problema di richiedere un appuntamento ufficiale presso un’ambasciata o un consolato degli Stati Uniti per ottenere un normale visto. La procedura prevede di dover rispondere online alle domande ESTA, e di attendere poi in risposta i dettagli sullo stato di approvazione all’indirizzo e-mail indicato nelle 24 ore successive. Oltre a rendere il processo di richiesta del visto molto più semplice e veloce è da sottolineare che il costo di un ESTA è molto inferiore a quello di un visto USA, quindi più accessibile a tutti.

Cosa è l’ESTA

L’ESTA  in pratica è un visto a lunga scadenza da utilizzare però per viaggi scaglionati; ovvero è possibile recarsi negli Stati Uniti in veste di turista  turista o per lavoro, ma anche per esigenze di studio studi, con viaggi a breve termine; di fatto questo visto ha validità di due anni e rende possibile entrare in America con la frequenza desiderata ma nell’ambito della regola che fissa ogni soggiorno a un massimo di 90 giorni. Riepilogando l’ESTA è stata ideato allo scopo di aumentare le misure di sicurezza e garantire ai viaggiatori affidabilità e supporto. Il processo di autorizzazione ESTA per l’America comprende una scrupolosa procedura di screening che analizza i dati e al figura del viaggiatore richiedente e determina la sua idoneità a recarsi negli Stati Uniti.

Piperina e Curcuma in OFFERTA, Pagamento alla consegna GRATIS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.