Infermiera di Lugo radiata dall’albo: scattò selfie con paziente morta

By | 18 ottobre 2017

Infermiera di Lugo radiata dall'albo, quel selfie ha offeso la categoriaDaniela Poggiali, l’infermiera di Lugo (Ravenna), balzata anni fa agli onori delle cronache per aver scattato un selfie vicino a una paziente morta, dovrà trovarsi un altro mestiere. Di sicuro non potrà più svolgere la professione di infermiera perché è stata radiata dall’albo dei professionisti. La decisione è stata presa dall’Ipasvi (associazione che comprende, oltre agli infermieri professionali, anche vigilatrici d’infanzia e assistenti sanitari). Con quel selfie macabro, secondo l’associazione, l’infermiera di Lugo avrebbe ‘screditato l’intera categoria’. La radiazione dall’albo, dunque, prescinde dal giudizio per l’omicidio di un’altra paziente. La Poggiali, infatti, era stata accusata di aver provocato la morte di una 78enne. Dopo aver trascorso del tempo in carcere, era stata assolta ‘perché il fatto non sussiste’ e rimessa in libertà. E pensare che, in primo grado, la Corte d’Assise di Ravenna aveva condannato l’infermiera all’ergastolo. Proprio quando Daniela stava cercando di ricostruirsi una vita, è arrivata la batosta: i colleghi l’hanno radiata dall’albo perché si sono sentiti offesi da quel selfie aberrante.

Voleva tornare a svolgere la sua professione

Come reagirà Daniela Poggiali al verdetto dell’Ipasvi? Non certo bene. L’ormai ex infermiera di Lugo, nei mesi scorsi, aveva detto che avrebbe voluto tanto tornare a svolgere il suo mestiere. A quanto pare, dovrà trovarsi un altro impiego. Daniela, ribattezzata ‘l’angelo della morte’ perché accusata di aver stroncato una 78enne con una iniezione di potassio, aveva passato oltre mille giorni in carcere; poi, l’inattesa assoluzione.

‘Adesso torno a fare l’infermiera, quella che sono. Voglio riposare al sole. Nessuno ci crederà, ma in tutti questi giorni là dentro, io ho sempre lavorato e la notte dopo la sentenza non ho dormito un istante’, aveva rivelato la Poggiali lo scorso luglio, prima di andarsene al mare col compagno. A 45 anni l’ex infermiera di Lugo tenta di recuperare quella vita che molti hanno cercato di sottrargli. Non sarà facile per lei, specialmente ora che è stata radiata dall’albo degli infermieri professionisti.

Daniela Poggiali oggi è libera grazie ai suoi legali, che erano riusciti a dimostrare l’insussistenza del nesso di causalità tra la morte della paziente 78enne e il potassio iniettato da lei.

Selfie e scuse

L’ex infermiera di Lugo non è dunque un ‘angelo della morte’, anche se quel selfie con la paziente appena deceduta se lo poteva risparmiare. La stessa Daniela aveva detto riguardo a quell’agghiacciante autoscatto: ‘Anzitutto ho chiesto e chiedo ancora scusa; so che non è giustificabile ma quelle foto sono state scattate in un momento di stress… Una cavolata… non lo so. Difficile spiegare, ma per noi era un modo per esorcizzare il dolore e la morte con cui ci confrontiamo ogni giorno, tutti gli istanti’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *