Cronaca

Influenza durante la gravidanza, Daniela e la figlia sono salve

influenza-bari-daniela-cesareoUn’influenza ha rischiato di ucciderla ma ce l’ha fatta. Daniela, 27enne di Bari, sta bene. In buone condizioni anche la figlioletta, nata alla 27esima settimana di gestazione. Quando Daniela ha accusato i sintomi dell’influenza, generata dal ceppo H1N1, i medici del Policlinico di Bari avevano optato per un cesareo d’urgenza, inducendo un coma farmacologico. Daniela è stata salvata dalla Ecmo, un macchinario per ossigenare il sangue e far circolare il sangue.

Neonata sta bene

Daniela non era stata vaccinata contro l’influenza ed ha rischiato grosso. Il personale sanitario del Policlinico di Bari, però, l’ha salvata. Adesso la 27enne si è ripresa. I medici scioglieranno la prognosi tra qualche giorno. Eppure quell’influenza brutale poteva uccidere Daniela e sua figlia.

I dottori del nosocomio barese hanno precisato in una nota diffusa nelle ultime ore che la prognosi per la piccola verrà sciolta tra qualche settimana ma ‘le sue condizioni sono buone’. Francesco Bruno, responsabile del Rianimazione del Policlinico di Bari, ha affermato che sussistono ‘tutte le premesse perché la conclusione di questo caso sia positiva’.

Medici abili e altruisti

Un’altra giovane paziente è stata salvata dalla solerzia, dall’altruismo e dalla preparazione dei medici di Bari. La 27enne Daniela è riuscita a sentire l’altra figlia di 6 anni, ovviamente al telefono. I familiari della giovane non si stancheranno mai di ringraziare il professore Bruno, il professore Laforgia di Neonatologia e ‘tutti i medici, paramedici, infermieri, specializzandi dei reparti di Rianimazione, Neonatologia e Ginecologia del Policlinico di Bari’.

I parenti di Daniela hanno detto che ‘c’è una Puglia migliore, silenziosa, fatta di questi uomini e donne che uniscono una straordinaria professionalità ad una umanità unica, e ci siamo affidati totalmente a loro che, con un aiuto dall’alto, hanno compiuto un miracolo. Quando tutto sembrava perso ci hanno regalato la speranza e adesso ci stanno restituendo, dopo tanto lavoro, la vita di Daniela e della sua piccola. Per tutti noi adesso è di nuovo vita, una nuova vita’.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.