Inseguito e accoltellato dal migliore amico: lite fatale a Vercelli

By | 7 luglio 2016

Serata tragica, quella di ieri, 6 luglio 2016, a Vercelli. Nel rione Concordia un 24enne è stato accoltellato a morte da un caro amico. La vittima è stata dapprima inseguita nelle scale dello stabile dove vive l’amico e poi colpita. Ad allertare gli operatori sanitari e le forze dell’ordine alcuni vicini, richiamati dalle urla.

Daniel Napolitano colpito alle spalle

Il dramma è avvenuto ieri sera, dopo le 22. Secondo le ultime informazioni, vittima e carnefice erano amici da molto tempo. Il 24enne ucciso si chiamava Daniel Napolitano. L’assassino, Andrea Rizzi, è stato arrestato. Non si conosce la ragione per cui Rizzi ha dato in escandescenze ma è certo che i due stavano litigando. L’assassino del 24enne vive con l’anziana nonna in un appartamento di un palazzo ubicato in via Gramsci 10. La vittima, un magazziniere, ha cercato di fuggire ma, alla fine, non è riuscita a sottrarsi alla furia del suo migliore amico, uno studente universitario, che gli ha inferto due coltellate alle spalle. A nulla è valso l’intervento degli operatori del 118: il 24enne è morto per le profonde ferite.

Assassino ha gettato il coltello dalla finestra

loading...

Il killer di Daniel Napolitano, con precedenti penali, ha cercato di sbarazzarsi dell’arma del delitto gettandola dalla finestra. Gli investigatori, però, l’hanno ritrovata in un giardino condominiale. Perché il 23enne è uscito fuori di testa ed ha ucciso l’amico del cuore? Qual è il movente di un delitto che ha scosso Vercelli? Lo dovranno scoprire le forze dell’ordine. Secondo alcune testimonianze i due ragazzi vivevano in case molto vicine ed erano amici per la pelle. Gli inquilini dello stabile in cui è avvenuto l’omicidio hanno rivelato:

 “Quei due si conoscevano da sempre, erano davvero quelli che si definiscono ‘migliori amici'”.

I poliziotti di Vercelli hanno condotto l’assassino in Questura per sottoporlo a un lungo interrogatorio. L’obiettivo precipuo, ora, è ricostruire la dinamica dell’episodio e scoprire il motivo per cui il giovane studente universitario che vive in provincia di Vercelli ha ucciso il suo migliore amico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *