Fa jogging e viene travolta: Pierina morta dopo 3 giorni di coma

By | 6 settembre 2017

Fa Jogging e Viene Travolta da Microcar, Pierina Morta dopo 3 GiorniStava facendo jogging, come sempre, ma un’auto l’aveva investita, sabato scorso, a Bagheria. Pierina Chiofalo, 40enne nota nel mondo dello sport siciliano, è deceduta nelle ultime ore a causa della profonde ferite riportate dopo l’incidente. Il decesso è avvenuto ieri sera all’ospedale Civico di Palermo. La Chiofalo aveva partecipato a numerose gare a livello agonistico. Era una grande sportiva ed usciva sempre di casa per fare jogging. Sabato scorso, però, quella macchina non ci voleva proprio. Le condizioni di Pierina, sabato scorso, erano apparse immediatamente drammatiche. La donna era stata trasportata subito al Pronto soccorso di Bagheria e di lì al Civico di Palermo. Dopo 3 giorni di coma, la 40enne è spirata. Una sessione di jogging è costata la vita a una persona che amava tanto lo sport. I medici hanno riferito che la morte è sopraggiunta per le profonde ferite interne e un grave trauma cranico.

Investita da una Minicar

Sabato scorso Pierina correva a Bagheria, si allenava, ma una Minicar guidata da un ragazzo l’aveva investita. La 40enne, come sempre, correva contromano per motivi di sicurezza, come fanno solitamente tutti i runners. Correre contromano però non le ha evitato la sventura. Il ragazzo alla guida della macchina senza patente si era subito fermato a prestare soccorso ed aveva chiamato gli operatori sanitari. Una volta arrivati sul posto, però, i soccorritori si erano resi conto della gravità della situazione. I medici avevano fatto tutto il possibile per salvare Pierina ma erano troppe e gravi le lesioni riportate. La sportiva aveva riportato, tra l’altro, la frattura delle vertebre e delle gambe.

Il ricorso commosso della zia

L’ennesima sportiva morta sulla strada viveva da sola. Pierina era single e passava gran parte del suo tempo ad allenarsi. Aveva partecipato a numerose competizioni a livello agonistico, ottenendo buoni risultati. A Bagheria era molto conosciuta ed ora amici e parenti non riescono a darsi pace. La zia della Chiofalo ha detto a PalermoToday: ‘Pierina era piena di vita ed era sempre allegra. Amava la musica e i concerti. Solare e indipendente, era una donna eccezionale. L’avevo vista 3 settimane fa a Balestrate. Dormiva poco, magari sabato notte avrà pensato bene di allenarsi per una corsetta e poi rientrare; infatti non aveva chiuso la porta a chiave. Non aveva con sé i documenti’.

Le forze dell’ordine indagano sulla vicenda per delineare l’esatta dinamica della vicenda. Importanti potranno rivelarsi i video ripresi dalle telecamere di sorveglianza installate nei pressi del Museo Guttuso, ovvero la zona dove è avvenuto l’incidente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.