La cremazione come funziona? Istruzioni della Chiesa

By | 21 ottobre 2016

Martedì prossimo arriverà un documento del Vaticano sulla conservazione delle ceneri

 

Molte persone prima di morire,  decidono che il loro corpo, una volta morti, dovrà essere cremato. In realtà, la pratica della cremazione di un defunto è ammessa dal 1968; 5 anni prima Papa Paolo VI, mediante un Bolla ad hoc, sancì la la libertà della ‘pratica cremazionista’.

Cremazione: volontà della persona sempre necessaria

E’ indubbio che negli ultimi 50 anni la cremazione sia diventata un’ottima opzione alle classiche esequie. Sempre più persone scelgono di farsi cremare. Chi ha intenzione di farsi cremare deve riempire un modulo reperibile negli uffici comunali oppure nell’agenzia funebre scelta. Qualora, invece, una persona non avesse riempito il modulo, limitandosi ad esprimere verbalmente la sua volontà, sarà incombenza dei familiari far rispettare la sua ‘direttiva’. La dispersione delle ceneri, ovviamente, presuppone sempre la volontà del defunto. Non sempre chi opta per la cremazione vuole che le sue ceneri vengano disperse, chiedendo l’inserimento in un’urna che verrà custodita da un parente.

Documento ‘Ad resurgendum cum Christi’ del Vaticano

La cremazione avviene nei crematori comunali: il suo costo varia da zona a zona e, solitamente, non supera i 600 euro. Nonostante, ormai, anche in Italia sia molto diffusa, molti vescovi non vedono di buon occhio la cremazione perché secondo loro, l’uomo mantiene la sua identità ed individualità anche dopo la morte. Intanto, martedì prossimo, 25 ottobre 2016, il Vaticano renderà noto ‘Ad resurgendum cum Christi’, un documento con cui la Congregazione per la Dottrina della Fede ha elaborato una ‘Istruzione’ relativa alla tumulazione dei morti e alla custodia delle ceneri in caso di cremazione.

Martedì prossimo il documento sulla cremazione verrà presentato da P. Serge Thomas Bonino, Gerhard Mueller ed Angel Rodriguez Luno. Questo interessamento alla disciplina di tale materia sottolinea che la Chiesa ha ormai ammesso la cremazione, pratica scelta da molte persone per il post-mortem. Per la Chiesa scegliere tale pratica non è più in problema; in passato, invece, la cremazione era considerata come qualcosa che intacca la dottrina cristiana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

loading...