Cronaca

Lago d’Iseo impietoso: ragazzi ghanesi annegano davanti agli amici

Lago d'Iseo, ghanesi annegano per salvare ragazzaAltre morti per annegamento in questa calda estate italiana. Due ragazzi ghanesi di 23 anni, avevano deciso di trascorrere un sabato rilassante con altri connazionali. Un sabato diverso e divertente, insomma. Non è stato così. La coppia si trovava a Morone quando è accaduta la tragedia. Secondo una prima ricostruzione, una ragazza era entrata nelle acque del lago d’Iseo per rinfrescarsi ma non riusciva più a tornare a riva. I due 23enni si erano accorti delle difficoltà della connazionale e subito si erano tuffati per salvarla. Alla fine la giovane è stata salvata ma i due 23enni, mentre tornavano a riva, sono stati risucchiati dalle correnti, finendo nell’acqua alta. Ad allertare i soccorsi è stata proprio la ragazza salvata. Quando sono arrivati i soccorritori, però, era troppo tardi: un giovane si trovava a 7 metri di profondità; l’altro a 3 metri. Dopo lunghe e vane manovre rianimatorie, i ghanesi sono stati trasferiti al Civile di Brescia e agli Spedali riuniti di Bergamo. I medici dei due nosocomi però non sono riusciti a salvare la vita ai ragazzi, che sono deceduti nel pomeriggio di ieri.

Lago d’Iseo, altri annegati

Sia il sostituto procuratore di Brescia che la Procura di Brescia hanno avviato un’inchiesta per fare luce sulla vicenda. Il magistrato di turno disporrà l’esame autoptico per scoprire la causa del decesso dei due giovani ghanesi che hanno perso la vita per salvare una ragazza. Il lago d’Iseo è proprio impietoso. La scorsa settimana, sempre nelle acque di tale lago, era annegato un marocchino 22enne che si stava rilassando con la madre e la sorella. Il giovane viveva in Italia da 17 anni. I soccorritori, chiamati dalla madre e dalla sorella, avevano impiegato diverse ore per ritrovare il corpo, ormai esanime, dell’africano. La salma era stata poi trasferita in Marocco per il funerale.

In questa calda estate, dunque, sono arrivati a 7 i morti nel lago di Garda e in quello d’Iseo. Decessi per annegamento. Le vittime anche straniere. A Riva del Garda, ad esempio, è morta tempo fa una turista francese di 75 anni. Stava passando momenti di relax col marito.

Senegalese era morto nello stesso punto

Nello stesso punto in cui, nelle ultime ore, sono annegati i due ghanesi, 5 anni fa era spirato un senegalese. Il suo corpo era stato rinvenuto senza vita. I ghanesi hanno perso la vita nei pressi della spiaggia ‘Ex Barracuda’ di Marone. Secondo le ultime informazioni, per loro sarebbe stato letale un infossamento di circa 3 metri. C’è da precisare, inoltre, che i due africani non sapevano nuotare. Due fattori che hanno pagato a caro prezzo. I sommozzatori di Montisola hanno faticato non poco per riportare a riva i due 23enni. Due eliambulanze, poi, li hanno condotti in diversi nosocomi lombardi, dove sono spirati nel pomeriggio In questo modo è terminata la vita di due africani che vivevano da tempo a Rezzato e Bergamo. Una fine analoga a quella Mohammad Ghazi, marocchino che ha perso la vita a Sulzano, davanti all’arenile ‘Le Palafitte’ e sotto gli occhi di mamma e sorella. Mohammad era un bravo ragazzo: si era ben integrato in Italia e faceva l’operaio.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.