Laura Boldrini bruciata dai giovani padani: un rito vergognoso

By | 26 gennaio 2018

Busto Arsizio, fantoccio Laura Boldrini bruciato in piazzaIl fantoccio di Laura Boldrini, insieme a quelli del presidente americano Trump e del premier italiano Gentiloni, sono stati bruciati in piazza, a Busto Arsizio. L’occasione è stata la festa in onore della Giobia, evento popolare del Nord Italia, durante il quale viene bruciato un fantoccio per attirare positività. Il fantoccio, però, ha sempre raffigurato una strega, non certo Laura Boldrini o altri personaggi politici. Alcuni media locali hanno riferito che il gesto infelice è stato commesso probabilmente da alcun esponenti dei giovani padani di Busto Arsizio.

L’indignazione di Pietro Grasso

A Busto Arsizio si dà fuoco al fantoccio che rappresenta Laura Boldrini, presidente della Camera. Un’azione vile e oltraggiosa che ha suscitato l’indignazione di tantissimi cittadini e politici.

loading...

Il presidente del Senato, Pietro Grasso, ha esternato la sua solidarietà alla Boldrini sui social: ‘Non ho parole per descrivere il disgusto provato nel vedere le immagini di Busto Arsizio. Un fantoccio raffigurante Laura Boldrini da bruciare in piazza. Chi brucia fantocci ricorda chi bruciava i libri e il motivo per cui lo faceva. La mia solidarietà a Laura’. Il post di Grasso è stato poi condiviso su Facebook dalla stessa Boldrini.

La Lega fa spallucce

I principali indiziati di quello che è accaduto a Busto Arsizio sono alcuni ‘giovani padani’. La Lega, però, fa un passo indietro, dice di non saperne nulla.

Condanna fermamente il fatto anche Andrea Crippa, responsabile del movimento dei giovani padani: ‘Il Movimento contrasta le pessime politiche del Governo con la sola forza delle idee, non con atti di violenza. Il Coordinamento, preso atto di quanto accaduto, provvederà a emanare provvedimenti disciplinari verso i responsabili’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *