Madonna: comizio estemporaneo contro Trump

By | 8 novembre 2016

Oggi, 8 novembre 2016, è un giorno importante per gli Usa. Gli americani, infatti, dovranno eleggere il nuovo presidente. In ballo ci sono la democratica Hillary Clinton e il repubblicano Donald Trump. E’ indubbio che la Clinton gode del consenso della stragrande maggioranza degli artisti americani, come Robert De Niro e Madonna. Quest’ultima, nelle ultime ore, ha improvvisato un comizio contro Trump.

Unire e mantenere l’America grande

Che tra Donald Trump e Madonna non corre buon sangue è cosa ben nota. Tempo fa, la popstar di origini italiane aveva esortato gli americani, in modo alquanto impudico, a non votare il candidato repubblicano alla Casa Bianca. Nelle ultime ore Madonna ha organizzato un raduno contro Trump, o meglio per sostenere Hillary Rodham Clinton. L’artista ha voluto improvvisare un concerto per unire e mantenere l’America grande, non ‘per fare l’America grande’ (motto di Trump). Bisogna, secondo la cantante di ‘Like a Virgin’, eleggere un presidente che non discrimini le donne, che non offenda la comunità LGBT, neri e ispanici, che non intenda costruire un muro attorno al Paese, separandolo così dal mondo. Madonna ha improvvisato un concerto per la pace, contro un avversario. Come lei stessa ha ribadito, nella vita c’è sempre un avversario e quindi bisogna combattere animati dall’amore perché così fanno i cuori ribelli.

Hillary Clinton: ‘Trump è una mina vagante’

Hillary Clinton ha molte star dalla sua parte e questo è un grosso vantaggio. Trump, invece, è spalleggiato da molti ricchi come lui, immobiliaristi, banchieri e, sostanzialmente, tutti gli insoddisfatti dell’amministrazione Obama. Intanto la Clinton ha chiuso la sua campagna elettorale in grande, assieme a Michelle e Barack Obama e, ovviamente, al marito Bill e alla figlia Chelsea. La candidata democratica alla Casa Bianca ha sottolineato che Trump è una ‘mina vagante’.

Ad introdurre sul palco la Clinton è stato nientemeno che l’attuale presidente Barack Obama, che ha detto di essere fiducioso sul fatto che gli americani allontaneranno la politica del risentimento. Anche Michelle Obama ha lodato Hillary, invitando gli americani a fidarsi di lei perché ‘è una mia ispirazione’. Sul palco si sono esibiti anche cantautori del calibro di Bon Jovi e Bruce Springsteen, entrambi fan della Clinton. Il ‘Boss’ ha dichiarato che la Clinton è l’immagine degli Usa in cui ogni persona conta, quindi i pensieri e le convinzioni di Trump naufragheranno.

Molte persone negli Usa aspettano, dopo un presidente di colore, una donna alla Casa Bianca. Si attende un altro cambiamento epocale. Da una parte il progresso (Hillary Clinton), dall’altra un probabile oscurantismo (Donald Trump).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.