Meningite a Palermo: Elisa Patanè è in coma

By | 15 settembre 2016

Un altro presunto caso di meningite in Sicilia, precisamente a Palermo. Elisa Patanè, avvocato 35enne, è stata ricoverata nella seconda Rianimazione dell’ospedale Civico di Palermo. La donna è in coma. I medici del nosocomio siciliano dovranno avallare la diagnosi e scoprire il tipo di meningite.

Elisa Patanè lotta tra la vita e la morte

loading...

Elisa Patanè è arrivata ieri al nosocomio siciliano coi tipici sintomi della meningite. La donna, secondo il personale sanitario, era già in uno stato di semincoscienza. Immediato il ricovero nel reparto di Rianimazione. Elisa è madre di un bimbo. Secondo le ultime informazioni, l’avvocato lotta tra la vita e la morte. La prognosi è riservata. Tra qualche ora i medici sapranno se la donna sia stata effettivamente colpita dalla tale malattia. Si tratterebbe del terzo caso a Palermo nell’arco di un paio di mesi. La Patanè lavora non solo a Palermo ma anche a Catania. Le Asp di Palermo e Catania hanno già iniziato ad allertare tutti i familiari e i parenti di Elisa Patanè per la profilassi.

Qualora venisse suffragata la diagnosi, si tratterebbe del quarto caso di meningite a Palermo nell’arco di pochi mesi. Proprio per fronteggiare la delicata situazione, l’Assessorato alla Salute aveva, all’inizio dell’estate, promosso una campagna di vaccinazione gratuita per gli under 30. Le varie strutture dell’Asp hanno avuto non pochi problemi ad assicurare a tutti la copertura vaccinale per il grosso numero di persone che, nel giro di poche ore, hanno voluto immunizzarsi contro la tremenda patologia.

A giugno la meningite aveva stroncato una 24enne di Belmonte Mezzagno

A giugno la meningite di tipo C ha stroncato una 24enne di Belmonte Mezzagno. I medici dell’ospedale di Palermo non hanno potuto fare nulla per salvarla. Un mese dopo, una 23enne di Porto Empedocle che faceva la cameriera in 2 pub, è stata in coma per 2 giorni a causa della meningite di tipo B: fortunatamente si è risvegliata. Un mese fa, invece, una studentessa è finita in Rianimazione a Firenze dopo un viaggio in Sicilia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *