Napoli, Honda Sh non si ferma all’alt: poliziotto travolto

By | 14 novembre 2016

Due persone a bordo di uno scooter Honda Sh non non si sono fermate all’alt della Polizia ed hanno travolto un agente. E’ successo sabato scorso, 12 novembre 2016, a Napoli. Lo scooter procedeva a velocità sostenuta ed ha investito il poliziotto in via Cesare Rosaroli, nei pressi di Forcella. In quella zona era stato istituito un posto di blocco ma i due sullo scooter, senza casco, l’hanno forzato e, dopo aver investito l’agente, si sono dati alla fuga. Adesso sono ricercati.

Sabato da dimenticare a Napoli

Un sabato decisamente agitato a Napoli. Il poliziotto investito dall’Honda Sh è stato subito soccorso dagli operatori del 118 e poi trasportato all’ospedale Cardarelli, dove i medici gli hanno riscontrato varie ferite e un trauma cranico. I colleghi del poliziotto travolto si sono subito messi alla ricerca della coppia a bordo dello scooter per i vicoli del centro storico di Napoli. Durante le ricerche, però, 2 agenti a bordo di una moto si sono scontrati con una minicar spuntata da una traversa e guidata incautamente da una ragazza di 18 anni. Uno degli agenti ha rimediato una frattura del polso. Le ricerche delle 2 persone a bordo della moto continuano. Gli investigatori stanno guardando attentamente anche i filmati registrati dalle telecamere di sorveglianza poste in varie vie del centro storico del capoluogo campano.

Posti di blocco nelle vie del centro storico

Se i poliziotti in moto, sabato scorso, non fossero finiti per terra a seguito dell’incidente con la microcar guidata da una 18enne, probabilmente le 2 persone a bordo dell’Honda Sh sarebbero già in galera. Adesso invece sono libere. La manovra azzardata della 18enne non ci voleva proprio. Sembra che nelle ultime ore siano stati istituiti molti posti di blocco nelle vie del centro storico di Napoli, soprattutto nei pressi del rione Sanità. Dei 2 fuggitivi, però, neanche l’ombra. Sembra che nel luogo dove è stato investito l’agente non vi siano telecamere di sorveglianza, quindi gli investigatori stanno visionando i filmati registrati da quelle poste nelle vie sfruttate dai 2 balordi per darsi alla fuga.

Non sarà difficile per la Polizia individuare ed arrestare i fuggiaschi, in quanto non indossavano il casco; inoltre la targa dello scooter è ben visibile. L’arresto potrebbe avvenire nelle prossime ore.

L’episodio avvenuto sabato scorso a Napoli ricorda quello dello scorso ottobre, quando a piazza Bellini un agente venne investito da un centauro. Il ragazzo a bordo dello scooter non si fermò all’alt del poliziotto e continuò la sua folle corsa; poi venne arrestato e chiese scusa. Provvidenziali, in tal caso, sono stati i video registrati dalle telecamere di sorveglianza, poiché hanno consentito agli investigatori di rintracciare ed arrestare rapidamente il soggetto a bordo della moto. Dopo tale increscioso episodio, l’assessore alla Sicurezza di Napoli, Alessandra Clemente, si era appellata al Governo affinché destinasse più forze dell’ordine a Napoli, sottolineando che i napoletani onesti sono stanchi di assistere ad episodi del genere, così cruenti. Il premier Renzi fece sapere che il Governo ha stanziato somme per le periferie, precisando altresì che è semplice scrivere ‘pensosi editoriali’ sulla situazione delle periferie ma non è certamente semplice varare leggi che prevedono lo stanziamento di denaro per le periferie. Il Governo italiano, secondo Renzi, ha già approvato e finanziato tutte le proposte avanzate dai sindaci italiani sulle periferie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.