New York: connessione wi-fi gratis per tutti, installati primi hub

By | 20 marzo 2016

Wi-fi gratis a New YorkNew York rappresenta un vero modello per tutti nel campo della connessione al web via wi-fi. Il sindaco Bill De Blasio ha mantenuto la promessa

 

 

In arrivo 10.000 hub per navigazione gratuita

loading...

D’ora in poi, a New York la wi-fi è gratis per tutti. Il primo cittadino della ‘Grande Mela’ non si è rimangiato la parola data durante la campagna elettorale. Sono già stati installati i primi hub per la connessione wi-fi gratis. A breve ne arriveranno circa 10.000. Quello che in paesi come l’Italia sembra un sogno, a New York è realtà: connessione wi-fi gratuita e veloce. In Italia per navigare in Rete bisogna pagare praticamente ovunque e la velocità lascia a desiderare. Nel Belpaese, insomma, uno dei settori più deficitari è proprio quello delle infrastrutture e delle telecomunicazioni. Bisogna investire di più ma il Governo non lo fa: ecco allora che l’Italia è indietro, molto indietro.

De Blasio sindaco di parola

A New York la rete di hub per la connessione wi-fi gratis e veloce è gestita dal consorzio ‘City Bridge’. I newyorkesi potranno navigare sul web gratuitamente ovunque: basterà fornire un indirizzo mail su cui verrà inviata una password per accedere alla Rete con smartphone, tablet e laptop. Grazie al wi-fi gratis si potranno ricaricare cellulari, ottenere info su New York e usufruire di altri servizi utili. De Blasio, dunque, si è dimostrato un sindaco di parola. In Italia la situazione è nettamente opposta a quella statunitense. Le infrastrutture e la velocità di navigazione sono inferiori rispetto a quelle europee. Il Belpaese, insomma, sembra essere insensibile all’importanza del web. Bisogna investire in tale ambito per progredire: i politici lo sanno?

New York ha dimostrato ancora una volta di essere una delle città più all’avanguardia del mondo con la connessione wi-fi gratis per tutti. Ciò è una grande conquista non solo per i newyorkesi ma anche per tutti i turisti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *