NoiPa, come funziona il nuovo portale stipendi pubblici

0

Che cosa serve sapere agli insegnanti e ai dipendenti pubblici e della Pubblica Amministrazione per capire come funziona NoiPa e a cosa serve: come registrarsi, accedere, visionare lo stipendio docenti, controllare accredito stipendio e tredicesima, effettuare richiesta prestiti e altre funzioni del portale per i dipendenti pubblici.

Portale NoiPa, cosa serve e chi può accedere

Se un tempo il sistema di informazioni tra utenti e Pubblica Amministrazione si basava su un sistema cartaceo, oggi ci si affida a un sistema molto più efficiente e veloce grazie alle nuove tecnologie. Internet consente di effettuare numerose operazioni in contemporanea e soprattutto in tempo reale online. In passato, invece, per richiedere qualunque tipo di info il malcapitato era costretto a sorbirsi persone in coda a un determinato sportello, sportellisti male informati o che rimbalzavano l’utente in un altro ufficio e altri disagi. Con la nascita di NoiPa, invece, chi lavora nell’ambito della P.A. si trova la vita più semplificata.

Questo perché i dipendenti pubblici e le relative Amministrazioni di appartenenza hanno adottato completamente un sistema informativo telematico: dal 2012 infatti è attivo una piattaforma realizzata allo scopo di gestire i dati degli stessi dipendenti pubblici; per elaborare documenti giuridici, fiscali e previdenziali e ancora per rilevare le presenze e combattere l’assenteismo dei lavoratori. Inoltre, si può visionare lo stipendio, oltre ad usufruire di innumerevoli servizi accessori.

Come funziona NoiPa per dipendenti pubblici

Il portale non è altro che un sistema informativo che da ottobre 2012 ha in memoria tutti i dati riguardanti i vari trattamenti economici dei dipendenti della P.A. I lavoratori statali, insegnanti compresi, hanno l’accesso a informazioni molto importanti, quali la gestione e il controllo dei cedolini e degli stipendi, ma snellisce anche la burocrazia, visto che molte informazioni si possono consultare in via telematica e non facendo la fila a un determinato sportello. Molto utile è la sezione dedicata alla gestione anagrafica.

Si tratta di una banca dati che raccoglie al suo interno diverse info di ogni singolo lavoratore dipendente P.A. Questa soluzione è orientata versi i dipendenti di enti locali, enti pubblici, scuola, amministrazione statale e sanità, i dipendenti pubblici e soprattutto i partner che collaborano con NoiPa, come Caf e la Banca d’Italia.

Per potersi registrare, bisogna comunicare assolutamente il proprio indirizzo e-mail a chi è il responsabile dell’Amministrazione a cui si appartiene. Questo perché l’incaricato dovrà inserirla nel sistema. In alternativa, il dipendente potrà essere identificato presso un ufficio di servizio. Dopo l’inserimento e la conferma della mail mediante il click al link inviato, l’utente sarà abilitato ad accedere a tutti i servizi dell’area riservata.  Bisogna fare attenzione, in quanto al primo accesso verranno richiesti il codice fiscale e la password, oppure accedere con la nuova carta di identità elettronica.

Funzioni e documenti online Noipa

Sul portale in questione, sarà presente il cedolino Noipa. Esso è un documento molto importante, in quanto attesta l’accredito del proprio stipendio mensile. Si può consultare nella sezione dedicata ai documenti personali, nella quale sul sito Noipa sono disponibili anche la certificazione unica di attestazione dei compensi erogati con le ritenute operate nell’anno in corso; il modello 730 elaborato; il cartellino presenze mese per mese e, per i docenti scolastici, i contratti scuola con relativo epilogo della tipologia e dei versamenti INPS eseguiti a favore loro.

Per chi non vede l’ora di consultare il proprio cedolino, deve solamente accedere al proprio account, entrare nel menù amministrato e cliccare sull’opzione Archivio Cedolini. Qui sarà possibile stampare o salvare i vari cedolini nel PC in formato PDF e saranno disponibili i documenti passati fino agli ultimi 14 mesi.

Tredicesima Insegnanti e dipendeti P.A controllare accredito su NoiPA

Tutti i dipendenti pubblici, docenti compresi, tramite il portale NoiPA, possono vedere in anticipo quando arriverà la tredicesima nel cedolino stipendio di dicembre. Come oramai è prassi, l’accredito della tredicesima è stato anticipato rispetto al 23 del mese, giorno di paga. La tredicesima per insegnanti delle scuole materne ed elementari, insegnanti supplenti temporanei e docenti dovrebbe essere già stata accreditata, visto che rumors avevano predetto che i soldi li avrebbero visti tramite avvocati.

Questa sorta di accordo tra istituti di credito aderenti e il Ministero dell’Economia e delle Finanze prevedrebbe la possibilità di accesso ai prestiti insegnanti e personale ATA con cessione del quinto NoiPA.  In questo modo, si possono ottenere diverse agevolazioni.

Piperina e Curcuma in OFFERTA, Pagamento alla consegna GRATIS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.