Trova hashish e lo ingerisce: bimba grave a Palermo

By | 14 agosto 2016
loading...

Una neonata di Palermo ha trovato un po’ di hashish in casa e l’ha ingerito. Si è sentita male e i genitori l’hanno subito portata al Pronto soccorso dell’ospedale dei Bambini. Uno dei due genitori è tossicodipendente.

Genitori confessano assunzione hashish

Una volta arrivati in ospedale, i genitori della neonata hanno riferito ai medici che la piccola aveva ingoiato hashish. I sanitari hanno subito trasportato la piccola in Rianimazione. Attualmente la bimba è sotto osservazione. Il personale sanitario dell’ospedale di Palermo ha subito avvisato la Polizia, che sta cercando di ricostruire la dinamica dell’episodio. E’ probabile che l’hashish fosse incustodito. Gli agenti hanno sentito madre e padre. Quest’ultimo fa uso di sostanze stupefacenti ed ha precedenti penali per uso e spaccio di droga. A quanto pare, l’hashish che ha fatto sentire male la neonata era proprio del padre.

Secondo le ultime informazioni, la piccola è stata portata in ospedale con uno scooter. In casa, quando la neonata ha iniziato a sentirsi male, c’era anche l’altra figlia della coppia, che ha 4 anni. La neonata adesso è sotto osservazione: le sue condizioni sono gravi ma non rischia la vita.

Non è un caso isolato

Casi del genere non sono rari a Palermo. Lo scorso febbraio, ad esempio, una bimba di un anno e 4 mesi era stata portata d’urgenza all’ospedale Cervello e i medici, successivamente, riscontrarono che aveva assunto cannabis. Lo scorso dicembre, invece, due genitori decisamente incoscienti fecero bere metadone al posto dello sciroppo anti-influenzale alla figlioletta. Un mese prima, sempre nel capoluogo siciliano, un neonato di 9 mesi finì in coma dopo aver ingoiato qualche dose di hashish in casa di amici dei genitori.

Gli esperti raccomandano di fare molta attenzione alle sostanze stupefacenti in casa. I bimbi possono scambiare la droga per alimenti ed ingoiarla. E’ capitato, infatti, che i piccoli hanno scambiato panetti di hashish per cioccolata e, dopo averli ingeriti, sono finiti in ospedale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *