Partorisce a 5 anni: la curiosa storia di Lina Medina

By | 1 ottobre 2017

Madre a 5 anni: la storia misteriosa di Lina MedinaDi Lina Medina e della sua curiosa storia ne avevamo già parlato ma, ciclicamente, riproponiamo la vicenda, accaduta molti anni fa, per far comprendere ai più giovani che, anche se raramente, la maternità può arrivare molto presto. Era il 1939 quando una preoccupata famiglia peruviana aveva deciso di portare dal dottore la piccola Lina Medina. La bimba aveva un ventre molto gonfio e la madre pensava che avesse un tumore. I genitori di Lina erano rimasti attoniti dinanzi alla diagnosi del medico: la piccola non aveva un cancro ma era incinta. Lina era al settimo mese di gravidanza. Dopo 6 settimane, la bimba aveva dato alla luce uno splendido bebè, diventando così la mamma più giovane al mondo. Da quel momento, la storia della Medina è stata oggetto di numerose speculazioni. Né Lina, né i suoi parenti avevano mai rivelato chi fosse il padre del bambino, tenendosi sempre alla larga dai giornalisti. La storia di Lina Medina ha fatto sorgere molti interrogativi anche all’interno della comunità scientifica. Com’è possibile che una bimba di soli 5 anni possa restare incinta?

La pubertà precoce di Lina Medina

Il caso di Lina Medina suscitò scalpore all’epoca, non solo in Perù, nazione dove si verificò. Eppure, per gli endocrinologi pediatrici non era del tutto assurdo che una bimba di soli 5 anni potesse restare incinta. Per loro, quello della piccola peruviana era un raro caso di pubertà precoce. La pubertà precoce è sviluppata da un bimbo su 10.000. Cosa significa pubertà precoce? Che un bimbo raggiunge la maturità sessuale prima degli 8 anni. Tale condizione, secondo gran parte dei medici ed esperti, potrebbe essere velocizzata da un contatto sessuale in tenera età.

Un caso misterioso e dibattuto quello di Lina Medina. Molti esperti, all’epoca, sostennero che la ragazzina avesse avuto il menarca 8 mesi dopo la nascita; altri a partire dal terzo anno di età. Sono passati tanti anni ma ancora ci sono dubbi in merito.

La piccola Medina venne visitata da molti medici ed esaminata accuratamente. I dottori si resero conto che aveva i fianchi più larghi delle coetanee e seni sviluppati; quindi era già una donna, anche se immatura.

Lina sempre alla larga dai riflettori

Il caso di Lina Medina è stato bollato come pubertà precoce, anche se vi sono ancora punti da chiarire. Per esempio, la persona che aveva messo incinta la piccola non era probabilmente immatura. Non è escluso che fosse un maggiorenne. La bimba non aveva mai rivelato ai medici e alle autorità chi fosse il padre del bimbo. C’è chi sostiene, ancora oggi, che Lina sia stata messa incinta dal padre Tiburelo, visto che venne arrestato con l’accusa di stupro di minorenni. L’uomo, comunque, venne rilasciato perché non furono trovate prove a suo carico. Lui, del resto, si è sempre detto innocente.

La storia di Lina Medina sconvolse il mondo intero. Balzò sulle pagine di tutti i più autorevoli giornali, non solo quelli peruviani. Molti tabloid offrirono migliaia di dollari alla famiglia della bambina per i diritti di intervista ed immortalare Lina. La offerte vennero sempre rigettate. La Medina, forse saggiamente, ha sempre rifiutato di rilasciare interviste sulla sua gravidanza e sulla sua vita privata. Pensate che neppure il team di Wikipedia sa molto sulla sua vita, tanto da domandarsi se ancora sia in vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *