Picchiatore di Milano è svanito nel nulla: ha seri problemi psichici

By | 3 settembre 2016

E’ svanito nel nulla Nicolas Orlando Lecumberri, lo spagnolo 23enne che ha aggredito una ventina di persone a Milano. L’uomo sferrava forti pugni alle vittime, provocando loro profonde ferite. Il picchiatore di Milano era stato arrestato lo scorso 23 luglio 2016 ma doveva essere trasferito in una struttura psichiatrica.

Niente scorta per il dj spagnolo

Il picchiatore di Milano ha seri problemi psichici, quindi deve essere ritrovato al più presto. I suoi legali, Alessia Generoso e Francesco Brignola, non sanno dove possa trovarsi. Il gip di Milano, nelle ultime ore, aveva ordinato la scarcerazione di Lecumberri e il trasferimento in una struttura sanitaria di Varazze. Gli avvocati del picchiatore, però, criticano la decisione del gip di non prevedere nessuna scorta. Lo spagnolo ha problemi di tipo psicologico, quindi non è in grado si recarsi a Varazze da solo. Che fine ha fatto il picchiatore seriale di Milano? Il 23enne, negli ultimi tempi, aveva terrorizzato e ferito molte persone che passeggiavano per le vie di Milano.

Il dj spagnolo diventato famoso per la sua violenza, tanto da essere ribattezzato il “picchiatore di Milano”, è svanito nel nulla. I suoi avvocati avevano chiesto e ottenuto l’affidamento in una struttura sanitaria. Il gip, però, non ha disposto la scorta durante il trasferimento. Dove si trova Nicolas Orlando? Il ragazzo ha gravi problemi psichici, quindi potrebbe compiere qualche gesto sconsiderato. Potrebbe aggredire nuovamente qualche persona.

Dovrebbe soggiornare in una clinica di Varazze

Alessia Generoso, avvocato che difende il picchiatore seriale, è stupita dal fatto che il suo assistito è stato dapprima tenuto in carcere perché poteva fuggire ed ora, stranamente, è stato scarcerato ed obbligato a raggiungere la struttura da solo, senza scorta. Una vera stranezza per la Generoso.

loading...

Nicolas dovrebbe soggiornare in una clinica psichiatrica di Varazze, in provincia di Savona, che ha già dato la sua disponibilità ad accoglierlo. Solo che i responsabili della clinica, finora, non hanno visto arrivare nessuno. Quando è stato scarcerato, giovedì scorso, Orlando Lecumberri indossava un paio di pantaloni corti e una t-shirt grigia. Aveva anche un piccolo zaino a tracolla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *