Pressione fiscale stritola italiani, Istat rileva aumento tasse

2

Italiani soffocati dalle tasse. Passa il tempo, cambiano i governi ma le tasse aumentano sempre. Lo confermano i recenti dati Istat, secondo cui nel quarto trimestre di un anno fa la pressione fiscale si è attestata al 50,3% (+0,1 punti percentuali rispetto al medesimo trimestre dell’anno precedente).

L’Istat ha rilevato anche un incremento, nel 2014, del rapporto deficit-Pil, pari al 3% (+0,1% rispetto al 2013). Questa situazione alquanto deprimente non puà non incidere sulla propensione al risparmio delle famiglie che, nel 2014, è calata rispetto all’anno prima, attestandosi all’8,6%.

Piperina e Curcuma in OFFERTA, Pagamento alla consegna GRATIS

2 COMMENTS

  1. E” buffo che i nostri cervelloni politici apprendano dall Istat l eterno aumento della politica fiscale del resto,nota a tutti senza il bisogno di essere informati da tale organismo : in altre parole “il segreto di pulcinella”. Già ,in Italia, i segreti sono tali solo se li conoscono tutti.

  2. il corpo sociale italiano è da tempo in coma,non reagisce alle punture finanziarie.economiche,lo stritolano,lo soffocano,ma il corpo è inerme non da segni di vitalità….emette solo suoni verbali,parole,parole parole destinate al vento …non c’è coesione degli organi vitali,ognuno và da se per se,in una selva oscura alla mercè di lupi e iene ,sciacalli,pronti a brandire l’ultimo pezzo vitale del corpo….lo spirito ha da tempo abbandonato il corpo..ritirandosi nel suo Palazzo ..il suo dio lo ha abbandonato a se stesso,,alla sua animalità….privo di ragione il corpo è solo materia da usare per bisogni fisiologici…l’anima non è più in grado di animare le forze vitali,essa stessa è vittima ,prigioniera della materia ….che prevale su ogni pensiero,ogni parola ed azione…..divenendo essa stessa materialistica…..l’albero si riconosce dai frutti disse ….e i frutti dell’albero umano oggi sono intrisi di materialismo..e privi della linfa vitale ,il corpo deperisce,si imputridisce,puzza,muore alla vita.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.