Cronaca

Rebibbia, detenuta getta i figli dalle scale della prigione: uno è morto

Omicidio e tentato omicidio nel carcere romano di Rebibbia. Una donna di nazionalità tedesca ha gettato i suoi figli dalle scale della prigione. Uno dei due figli, il più piccolo, ha trovato la morte mentre il più grande dei due è stato ricoverato d’urgenza con codice rosso: si è trattato di un vero e proprio atto di pazzia da parte della donna; il gesto è stato dichiarato dal presidente della Consulta penitenziaria e responsabile della Casa di Leda, Lillo Di Mauro.

Rebibbia, donna uccide un figlio: l’altro è grave

Un atto tragico e scellerato si è verificato all’interno del carcere romano di Rebibbia; una donna ha gettato i suoi due figli dalle scale del carcere. Il più piccolo dei due – un neonato di pochi mesi – ha perso la vita. Il più grande, di circa due anni, è stato portato d’urgenza all’ospedale Bambin Gesù di Roma.

In questo momento non sono state fornite altre informazioni: non si conosce l’attuale stato di salute del neonato di due anni, trasportato all’ospedale con codice rosso. Si attenderanno nuove informazioni sulla vicenda.

Il fatto è accaduto all’interno della sezione nido del carcere

La notizia è stata diffusa dal presidente della Consulta penitenziaria e responsabile della Casa di Leda, Lillo Di Mauro. Colpevole dell’omicidio e del tentato omicidio è una donna di nazionalità tedesca, che si trovava all’interno della sezione nido del carcere.

Come ha dichiarato Di Mauro, infatti,  “Il fatto è accaduto all’interno della sezione nido, dove sono ospitati bimbi fino a tre anni”. 

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.