Cronaca

Rischio frana a Perarolo di Cadore: 8 famiglie evacuate

Il maltempo di questi giorni, in Italia, sta creando forti disagi in numerose zone. 8 famiglie di Perarolo di Cadore, in provincia di Belluno, sono state evacuate per il pericolo frana. L’allerta è stata lanciata ieri sera, dopo che gli esperti avevano notato il movimento di un ammasso di circa 100mila metri cubi. Quel grosso cumulo rischia di piombare sulle case. Necessario l’allontanamento delle famiglie. La frana, secondo le ultime informazioni, si muove a una velocità di 2 cm l’ora.

Perarolo di Cadore: vie d’accesso chiuse

Impossibile entrare a Perarolo di Cadore in queste ore. I carabinieri hanno chiuso tutte le vie d’accesso e d’uscita e monitorano costantemente la situazione. I vigili del fuoco invece monitorano lo spostamento della frana.

Il sindaco di Perarolo di Cadore ha avvisato le famiglie in pericolo con un sms. Immediata l’evacuazione di 20 persone, che sono state ospitate dai familiari, dall’hotel Pelmo, di Pieve di Cadore, e da qualche Bed & Breakfast.

La situazione è diventata veramente pericolosa nel paesino in provincia di Belluno. Una gigantesca massa rischia di cadere da un momento all’altro sul caseggiato del centro storico. 100mila metri cubi non sono certamente pochi.

L’sms inviato dal sindaco di Perarolo

Ecco l’sms ricevuto ieri sera dagli abitanti di Perarolo di Cadore: ‘Comune di Perarolo. E’ emergenza reale. Applicare procedura di emergenza. Venire all’area di raccolta davanti al Municipio’. Il messaggio ha allarmato i residenti, specialmente 8 famiglie che, in fretta e furia, hanno dovuto lasciare le loro abitazioni.

Sensori collegati alla frana si sono riattivati

Già ieri mattina gli esperti avevano notato qualcosa di sospetto. Dopo tanti anni, i sensori connessi alla frana si erano riattivati, segnalando il moto della massa.

I rilevatori associati alla frana sono stati attivissimi per tutta la giornata di ieri. Il pericolo frana, insomma, è tutt’altro che recondito a Perarolo.

Gli uomini della Protezione civile e il sindaco monitorano la frana, che continua a muoversi alla stessa velocità: 2 cm l’ora.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.