Roma, parla al cellulare e viene travolta dal tram: grave 17enne

By | 14 luglio 2017

Roma, tram investe 17enne all'EsquilinoE’ in gravi condizioni la 17enne di origini marocchine che ieri sera è stata travolta da un tram a Roma. Aarrim Hajar stava attraversando la strada e probabilmente non si era accorta del mezzo pubblico. Secondo alcuni testimoni parlava al cellulare. L’incidente è avvenuto in via Mamiani, in zona Esquilino. Dopo l’incidente, la ragazza è stata subito trasportata all’ospedale San Giovanni in gravi condizioni. I poliziotti stanno svolgendo le indagini per delineare l’esatta dinamica dell’episodio. Probabilmente alla base della sciagura c’è la disattenzione della 17enne, impegnata a parlare al telefono sui binari, in Piazza Vittorio Emanuele II. Dovranno chiarire molti aspetti della brutta vicenda gli agenti del Gruppo Centro della Polizia locale di Roma Capitale, subito chiamati, ieri sera, da diverse persone che avevano assistito all’incidente.

Svista pagata a caro prezzo

Quel punto del centro di Roma è solitamente molto trafficato, sia di giorno che di notte. La 17enne, nata in Marocco ma residente a Roma da molto tempo, stava discutendo al telefono e camminava. A un certo punto ha attraversato la strada senza minimamente sincerarsi dell’assenza di bus e tram. Una svista che ha pagato a caro prezzo. La minorenne è stata travolta sotto gli occhi di varie persone. I soccorritori non hanno tardato ad arrivare; poi il trasporto al nosocomio di via dell’Amba Aradam. Gli agenti della Polizia locale dovranno verificare se, effettivamente, alla base della sciagura ci sia la sbadataggine della marocchina. L’impatto è accaduto in una zona non molto distante da via dell’Amba Aradam, dove lo scorso maggio aveva perso la vita la 16enne Alice Galli. La ragazza era stata travolta da un taxi dinanzi a una fermata degli autobus. Vano il tempestivo ricovero al vicino nosocomio San Giovanni Addolorata. I medici di tale struttura sanitaria avevano subito deciso il trasferimento della minore all’ospedale Bambin Gesù. I medici di tale nosocomio, però, non erano riusciti a salvare la povera Alice. Dopo l’incidente, il tassista si era fermato per prestare soccorso, sconvolto e addolorato. Dopo quella tragedia, aveva detto agli amici: ‘Sono sconvolto, non voglio parlare con nessuno’. La morte della Galli aveva turbato anche la sindaca Raggi, esprimendo il suo cordoglio su Twitter.

Alice e Aarrim: due destini simili

Alice e Aarrim: due ragazze minorenni con un destino simile. La Galli era stata travolta da un taxi e, poco dopo era spirata in ospedale; la Hajar, invece, è stata travolta da un tram ed è ancora in vita, ma le sue condizioni sono preoccupanti. Il personale sanitario dell’ospedale San Giovanni di Roma si sta adoperando per sottrarre alla morte la giovane 17enne nata in Marocco. Bisogna sempre fare attenzione ai mezzi pubblici e bisogna essere sempre vigili quando si attraversa la strada. L’anno scorso, una 26enne di Milano ha lottato tra la vita e la morte dopo aver battuto forte la testa nei pressi della Stazione Centrale. La ragazza parlava al telefono su un marciapiede e, dopo essersi spostata, aveva urtato contro un tram che stava sopraggiungendo, ritrovandosi per terra. La caduta le aveva procurato un forte trauma cranico, medicato dai medici dell’ospedale Niguarda.

Gli autisti dei mezzi pubblici devono assolutamente evitare distrazioni alla guida. Lo stesso, però, vale anche per la gente che si trova vicino a bus, tram etc. Quando si parla al cellulare ci si distrae, è ovvio, anche mentre si passeggia. La 17enne che ieri si trovava in via Mamiani, a Roma, avrebbe potuto evitare di ritrovarsi su un letto d’ospedale? Chissà con chi stava parlando?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.