Russia, acqua di rubinetto contaminata: 770 persone in ospedale

By | 3 novembre 2016
loading...

E’ allarme in Russia per l’acqua di rubinetto contaminata. 770 persone si trovano in ospedale dallo scorso 27 ottobre, quando avevano bevuto acqua che sgorgava dal rubinetto. Secondo i medici del nosocomio di Makhachkala, i soggetti avrebbero contratto un’infezione intestinale.

Magomed Murtazaliev è stato fermato

Ria Novosti, menzionando le autorità sanitarie locali, ha reso noto che le 770 persone finite in ospedale avrebbero bevuto acqua infettata. Nei nosocomi della capitale del Daghestan, sono state ricoverate nelle ultime ore 294 persone per infezione intestinale; 240 sono bimbi. Il direttore dell’azienda addetta alla manutenzione delle tubature dell’acqua, Magomed Murtazaliev, è stato arrestato. E’ probabile che la contaminazione dell’acqua che sgorga dai rubinetti sia stata dovuta a un’avaria della rete fognaria. L’agenzia TASS ha rivelato, domenica scorsa, che moltissime persone, nella regione russa del Daghestan, sono state ricoverate dopo aver bevuto acqua contaminata.

La qualità dell’acqua è pessima in Russia

Si ipotizza anche che la contaminazione sia stata dovuta alle piogge abbondanti dei giorni scorsi, in Russia. Le autorità hanno raccomandato ai residenti di bollire l’acqua prima di berla o usarla per lavarsi, in attesa della pulizia delle tubature. Secondo indagini condotte anni fa, il 75% delle acque è ormai inquinato. Non solo. Il 50% di tutta l’acqua non è potabile. Si stima inoltre che il 30% delle acque sotterranee disponibili per l’uso è fortemente inquinato. Alla luce di tali dati, dunque, non c’è da stupirsi se, recentemente, sono finite in ospedale 770 persone.

Una delle principali preoccupazioni, in Russia, è proprio la qualità dell’acqua. In molte città la salute dei cittadini è in pericolo. Rischiano anche le persone che vivono in campagna, in quanto il 59% di esse usa acqua contaminata presente nei pozzi. Gli impianti di trattamento delle acque sono obsoleti in Russia ma non c’è denaro per sostituirli. La popolazione, dunque, rischia grosso. Diversi funzionari russi, anni fa, hanno scoperto che  diversi fiumi rappresentano delle vere sorgenti di infezioni e malattie gravi come epatite virale, salmonella e dissenteria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *