Esteri

Selfie che uccidono: 259 morti in sei anni

Selfie che uccidono: morire per una foto si può. Momenti immortalati in modo estremo sino a perdere la vita.

Questo è il bilancio del mondo in un periodo che va dal 2011 al 2017: pare ci siano stati all’incirca 259 morti per selfie. Incoscienti cioè che hanno dato un calcio alla vita a causa di evitabili incidenti per scattare una foto, diciamo, alternativa.

Selfie che uccidono: lo studio

A fare il punto della situazione è stato uno studio (che ha trovato spazio sul Journal of Family Medicine and Primary Care) dell’All India Institute of Medical Sciences.

Lo studio si è basato su una serie di ricerche su internet che documentavano tutte quelle ‘morti per selfie o incidenti con selfi. Solo le informazioni documentate hanno mostrato 137 incidenti in tutto il mondo, per un totale di circa 259 vittime, tra ottobre 2011 e novembre 2017.

L’età media delle vittime, quasi tre quarti delle quali erano di sesso maschile, è circa di 22,9 anni. Il numero più alto di morti si è avuto in India, che ha circa la metà delle morti, seguita da Russia, Usa e Pakistan.

Come si muore com i selfie che uccidono

La stragrande maggioranza delle persone, 70, è morta annegando, mentre la seconda causa più comune è risultato un episodio con un mezzo di trasporto, e tutti dovuti a persone che facevano selfie nei pressi dei treni. Fra le altre cause di morte trovate dalla ci sono cadute, incendi, ma anche corrente e animali.

Gli autori hanno detto «Servirebbero delle aree ‘no selfie nelle zone turistiche specialmente in posti come corsi d’acqua, picchi e edifici alti, per diminuire l’incidenza di queste morti».

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.