Cronaca

Si lancia dalla finestra dell’ottavo piano e schiaccia bimbo di 21 mesi

Ucraina bimbo schiacciatoUn 39enne ucraino aveva deciso di suicidarsi lanciandosi dalla finestra dell’ottavo piano. Non aveva però pensato alle persone che si trovavano sotto. L’uomo si è effettivamente tolto la vita, ma ha ucciso anche un bimbo di 21 mesi. E’ successo a Zaporizhia, paese nel sud-est dell’Ucraina. Il piccolo è rimasto letteralmente schiacciato dal 39enne suicida. Alla drammatica scena ha assistito il padre del bambino, rimasto sconvolto. Il 39enne è morto sul colpo, il minore invece durante il trasporto in ospedale.

‘Ho sentito un forte tonfo’

La Polizia ucraina ha confermato che l’uomo che ha schiacciato il piccolo voleva suicidarsi.

La mamma del bimbo, Anna Polishchuk stava salutando i genitori, con cui aveva passato la notte tra il 31 dicembre e il 1 gennaio. Anche lei, come il marito, ha assistito alla terribile scena. Il minorenne è stato sopraffatto dal peso del suicida. Una scena agghiacciante, degna dei migliori film horror.

Sul luogo della disgrazia sono arrivate immediatamente le forze dell’ordine e i paramedici. Questi hanno tentato disperatamente di salvare il piccolo schiacciato. Quella botta però era stata troppo forte. Il piccolo è spirato in ambulanza.

‘Ho sentito un forte tonfo, e poi ho visto la madre del bimbo che usciva fuori…’, ha affermato Sergey Borisov, un testimone.

Borisov ha rivelato di aver chiuso immediatamente le finestre di casa perché non riusciva a sopportare quelle urla di disperazione.

Suicida era un operaio edile

“Un’infermiera è uscita dall’ambulanza e ci ha visti tutti lì fuori, in attesa di notizie. Ci ha detto: ‘Pregate per il bimbo, stiamo cercando di salvarlo’. E’ stata la prima volta nella mia vita in cui ho sentito così tante persone pregare ad alta voce”, ha detto una donna che vive nelle vicinanze del luogo della sciagura.

Vitaly Reznikov, uno dei paramedici, ha confermato che il suicida ha letteralmente schiacciato il bimbo di 21 mesi.

Chi ha assistito alla scena dice che il minore si è accartocciato su se stesso.

Un portavoce della Polizia ha riferito che sono state avviate le indagini per scoprire il motivo che ha portato il 39enne a suicidarsi.

Il suicida era un operaio edile che conosceva i genitori del bimbo schiacciato. Era un loro vicino di casa.

‘Stiamo verificando se potesse essere ubriaco o se ci fossero motivi che lo hanno spinto a farlo’, ha aggiunto il portavoce della Polizia.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.