Si tatua cicatrice in testa per somigliare al figlio: Josh padre amorevole

By | 22 giugno 2016
loading...

E’ indescrivibile l’amore dei genitori per i loro figli. Episodi come quello che stiamo per riportare lo suffragano. Pur di far sentire i figli felici, i genitori sarebbero disposti a fare qualsiasi cosa. Josh, un 28enne del Kansas (Usa), ha deciso di tatuarsi una cicatrice in testa per non far sentire in disagio il figlioletto, che recentemente è stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico al cervello, che gli ha lasciato una grossa cicatrice sul cranio. Il bimbo, dopo quell’intervento, ha iniziato a sentirsi solo e discriminato; il padre, allora, ha deciso di tatuarsi una cicatrice in testa, proprio come quella del piccolo, che ora si sente meglio.

Il tatuaggio ritraente una grossa cicatrice ha fatto guadagnare a Josh molti complimenti on line, ma quello a cui lui teneva di più era la felicità del figlio Gabriel, operato al cervello un anno fa circa. Josh Marshall non accettava che Gabriel fosse desolato ogni giorno e, allora, ha pensato a un modo originale per tirargli su il morale. I medici aveva diagnosticato al piccolo una rara forma di tumore al cervello, l’astrocitoma anaplastico, che doveva essere rimosso a tutti i costi. L’intervento però ha lasciato un grossa cicatrice al piccolo, che parte dalla tempia destra e arriva all’orecchio. Josh Marshall ha rivelato ad ABC News:

“Mio figlio si era subito reso conto della sua nuova immagine dopo l’intervento chirurgico. Si sentiva un mostro”.

Josh dice che suo figlio ama il tatuaggio e non è più infelice. Gabriel si sente un gemello del padre. Marshall e Gabriel hanno vinto una simpatica competizione promossa dalla St. Baldrick’s Foundation, organizzazione che raccoglie fondi per la ricerca sulla lotta contro i tumori infantili. Josh ha ottenuto oltre 5.000 voti. Le persone, in sostanza, dovevano votare il migliore padre di un bimbo malato di tumore. Marshall ha detto:

La verità è che io non sono meglio di tutti gli altri concorrenti, tutti padri che farebbero qualsiasi cosa per aiutare i loro figli”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *