Cronaca

‘Sono stanco di mangiare carne umana’: cannibale si costituisce

Cannibale confessa di aver stuprato donna e mangiato parti del suo corpoOrrore in Sudafrica, dove un gruppo formato da 4 uomini è accusato di aver stuprato e ucciso una donna. Poi i quattro avrebbero mangiato parti del suo corpo. Uno dei killer cannibali si è presentato recentemente in una stazione della Polizia ed ha confessato l’orribile misfatto. L’uomo, secondo le prime indiscrezioni, aveva con sé alcune parti della donna violentata e uccisa. ‘Sono stanco di mangiare carne umana’, avrebbe detto il cannibale assassino ai poliziotti sbigottiti. I media locali hanno riferito che tale soggetto è un ‘guaritore tradizionale’, una sorta di santone sudafricano. Il crimine aberrante e osceno sarebbe stato commesso nella città di Estcourt. Mentre confessava l’orripilante crimine, il killer consegnava ai poliziotti una gamba e un braccio della donna stuprata. Gli agenti poi erano stati condotti in una casa, dove avevano trovato altri resti umani. La Polizia sudafricana ha arrestato altri due uomini in quanto sospettati di omicidio. Un altro, invece, è risultato in possesso di arti umani e quindi è accusato.

Trovate anche 8 orecchie umane

Una storia allarmante quella scoperta di recente in Sudafrica e riportata da numerosi siti e tabloid. Adesso la Polizia e la giustizia sudafricana pensano che il gruppo di cannibali possa aver commesso altri delitti simili. Sembra che, durante le indagini, gli agenti abbiano trovato anche 8 orecchie umane in una pentola. Un portavoce della Polizia ha detto: ‘Tre sospettati sono accusati di omicidio e possesso di organi e tessuti umani. Un quarto uomo, invece, è sospettato solo di possesso di organi e tessuti umani. Tre uomini avrebbero ucciso una donna e poi tagliato il suo corpo… I resti umani sono stati trovati a Estcourt e Amangwe. Attualmente solo una persona è sospettata di essere stata uccisa. Non si conosce ancora al sua identità’.

Un altro portavoce della Polizia ha confermato che il crimine scioccante è stato scoperto venerdì scorso, quando il ‘cannibale santone’ si era presentato alla stazione per confessare: ‘Durante l’interrogatorio, ha tirato fuori un braccio e una mano’.

Il cannibalismo in Sudafrica

Non è la prima volta che s’impone all’attenzione mondiale un caso così cruento e nauseante, registratosi in Sudafrica. Qualche mese fa, aveva scioccato l’episodio del bimbo di 4 anni ucciso dallo zio trentenne, che aveva anche consumato parti del suo corpo. A fare la scioccante scoperta era stata la nonna del piccolo. ‘Ho pensato che avessero sgozzato un maiale, per tutto il sangue che c’era, ma poi ho visto la mano del mio piccolo bimbo e c’erano pezzi di carne in giro’, aveva confessato la 70enne Nontuthuezelo Gwanya.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.