Curiosità

Starbucks sbarca a Milano: oggi l’apertura del nuovo Starbucks Reserve Roastery

Grande fermento a Milano per la nuova sede della catena americana del caffè Starbucks ; questa mattina  è avvenuta l’inaugurazione del locale, che si è insediato  nello storico Palazzo delle Poste di Piazza Cordusio; silente testimone dell’evoluzione della bella piazza milanese oggi arricchita dell’insegna del nuovo Starbucks che è minimal, completamente nera, discreta ed elegante; che potrebbe quasi passare inosservata alla folla frettolosa che va e viene dal centro.

L’America sotto la Madonnina

La Starbucks Reserve Roastery aperta a  Milano è la terza al mondo,  le due sedi più glam già esistenti sono quella di Seattle e quella di Shanghai; anche questa italiana quindi è un flagship store, ovvero  la versione lussuosa e sfarzosa  del classico fastfood.Un luogo dove la divinità venerata è il caffè in tutte le sue forme, gusti, e preparazioni; una vera Mecca della degustazione; una rivisitazione di quello che un tempo erano le torrefazioni, ma qui si ragiona in grande; nonostante la modestia iniziale manifestata in conferenza stampa, entrando nel locale tutto parla di sfarzo esagerato e pianificazione tecnica di grande precisione.

Da restare senza fiato

Arrivando sotto l’insegna nera e aprendo la porta ci si ritrova catapultati in un nuovo mondo, al primo sguardo generale si nota subito che l’ambiente è dominato da un’enorme botte metallica alta 6,5 metri che nasconde il degassificatore, che è una delle grandi macchine della torrefazione a vista; che si lascia scoprire in tutta la sua interezza dagli avventori;  perchè qui il caffè arriva ancora verde, anzi ben sei tipologie differenti alla volta e a rotazione durante l’anno, qui viene  torrefatto in diretta e pompato lungo tubi in rame e acciaio disposti sul soffitto fino ai serbatoi del mastodontico Main Bar, in uno scenario che ricorda l’interno del Tardis, la mitica cabina volante del dottor Who. Una sequenza magica e profumatissima che si sprigiona cosi forte e intensa da invadere all’esterno la piazza milanese e che attira al suo interno i passanti che come falene corrono verso la luce.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.