Studentessa americana stuprata a Firenze, la confessione alle amiche

By | 17 ottobre 2017

Firenze, conosce uomo in discoteca e viene stuprata: lo shock di una studentessa americanaAncora violenze e disperazione a Firenze. Una 24enne americana ha confessato alle amiche di essere stata stuprata da un uomo conosciuto in discoteca. La studentessa, secondo le prime indiscrezioni, si sarebbe recata in una discoteca, nel centro storico di Firenze, con le amiche; poi avrebbe conosciuto un uomo con cui ha trascorso la serata. Lo sbaglio della studentessa americana sarebbe stato quello di essersi allontanata dal locale con quell’uomo. Dopo la violenza, la 24enne è tornata nel Bed & Breakfast dove soggiorna, in lacrime, ed ha raccontato tutto alle amiche. Le giovani, allora, hanno subito avvisato gli operatori sanitari e i carabinieri. ‘Mi ha stuprata’, ha detto ai carabinieri, stamani, la giovane. Dopo aver bevuto qualche drink con l’uomo conosciuto in discoteca sono scattate le violenze. Successivamente allo stupro, l’orco straniero avrebbe riaccompagnato al Bed & Breakfast la sua vittima. Adesso quest’ultima è ricoverata in ‘codice rosa’ in un ospedale di Firenze. La raccapricciante storia arriva dopo qualche mese dagli stupri subiti da due studentesse americane, sempre a Firenze, e commessi da due carabinieri.

Americana sotto shock

Ora si trova in ospedale, è sotto shock per quello che ha vissuto. L’uomo conosciuto in discoteca, con cui ha bevuto, ballato e parlato era in realtà un maniaco, un orco spietato. La studentessa americana che soggiorna a Firenze che ricordo avrà dell’Italia? Perché, ancora una volta, nessuno è corso in aiuto della ragazza in pericolo?

I carabinieri, nelle prossime ore, dovranno svolgere tante indagini e sentire varie persone perché, in questa faccenda, devono essere ancora chiariti molti punti. Non vi sono dubbi, invece, sul locale in cui la 24enne ha passato la serata insieme all’uomo, ovvero lo Yab, in pieno centro. I militari, adesso stanno esaminando i filmati ripresi dalle telecamere di videosorveglianza; nelle prossime ore ascolteranno le amiche della vittima dello stupro.

Firenze come Perugia ai tempi del delitto Kercher?

Dopo gli stupri di qualche mese fa, subito da due studentesse americane, su Firenze ha iniziato ad aleggiare lo spettro del caso Meredith Kercher. Nel centro storico del capoluogo toscano, secondo una recente indagine del New York Times, gli studenti americani rappresentano il 10% della popolazione studentesca. Il tabloid d’oltreoceano aveva messo in evidenza che studenti e studentesse americane rappresentano un valore aggiunto per l’economia di Firenze. Nonostante ciò, molti fiorentini si starebbero trasferendo in provincia, o comunque lontano dal centro perché non tollerano il gradasso degli studenti stranieri, specialmente americani.

Una cosa è certa: negli ultimi tempi si è registrata una recrudescenza degli abusi sulle studentesse americane. Ora uno dei peggiori incubi del sindaco Nardella è che Firenze possa diventare vittima del clamore mediatico come Perugia, ai tempi del delitto Kercher.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *