Studentessa critica il suo liceo su Facebook: sospesa, l’ira dei ragazzi

By | 28 novembre 2017

Grazie ai social, giovani e adulti spesso si sfogano, esprimono il loro disappunto liberamente. Spesso però bisogna fare attenzione, perché il destinatario delle critiche potrebbe risentirsi. Una ragazzina di Portici è stata sospesa dalla scuola perché ha criticato l’attuale gestione su Facebook. Un post, insomma, è costato la sospensione alla studentessa del liceo classico Quinto Orazio Flacco. Gli amici della minorenne però hanno contestato il provvedimento del preside, organizzando sit-in di protesta. Così facendo, secondo gli studenti, si soffoca sia il diritto di esprimere liberamente la propria opinione a scuola che il diritto allo studio.

Situazione valutata da un ispettore

E’ necessario fare chiarezza nel liceo classico di Portici. L’unica cosa certa, attualmente, è che una studentessa non può recarsi a scuola per un post critico su Facebook.

L’ufficio scolastico regionale della Campania ha già designato un ispettore per ricostruire la dinamica dell’episodio avvenuto nel liceo classico campano.

Luisa Franzese, dirigente dell’ufficio, ha spiegato ai microfoni del Mattino che ‘l’educazione e il rispetto vanno sempre salvaguardati. Ma quel commento è stato fatto al di fuori dell’ambito strettamente scolastico’.

La Franzese reputa la sospensione ‘un atto pesante, una sorta di punizione esemplare. Per questo la situazione sarà valutata da un nostro ispettore’.

Il liceo di Portici non sarebbe un’isola felice

La responsabile non ha nascosto la sua incredulità per il post pubblicato dalla studentessa e dall’endorsement ricevuto dai suo amici, anche loro infelici e critici verso la scuola e al classe docente.

La studentessa, nel post-fiume, contestava la descrizione della scuola fatta sui social. Secondo la ragazza, l’istituto non è ‘l’isola felice’ descritta online ma un luogo pieno di criticità. Nel post erano stati anche menzionati i numerosi problemi che studenti ed insegnanti devono fronteggiare ogni giorno.

Dalla parte della studentessa sospesa non ci sono solamente i ragazzi del liceo classico Quinto Orazio Flacco ma anche quelli del liceo scientifico Silvestri.

I ragazzi adesso vogliono discutere sia con il collegio docenti che con il dirigente scolastico.

Il premio europeo ricevuto dall’istituto campano

Succede pochi giorni dopo che l’istituto ha vinto un importante premio europeo, anzi, proprio a causa di questo premio.

L’ira della studentessa era scaturita dalla pubblicazione sul profilo Facebook ufficiale del suo liceo di diverse immagini che mostrano la preside a Tallinn, in Estonia, mentre riceve il Tes Award per l’istituto scolastico italiano che ha primeggiato nell’educazione imprenditoriale per i propri studenti.

Ecco il post a corredo delle foto: ‘Una grande e meritata soddisfazione che premia il lavoro dei docenti, degli alunni e della dirigente. Siamo orgogliosi dei traguardi e dei riconoscimenti ottenuti in questi anni, frutto di passione, determinazione e motivazione che ci animano e dell’amore per i nostri ragazzi. Il senso di appartenenza è forte’.

La rabbia della studentessa

Il post relativo al riconoscimento consegnato alla preside del liceo classico di Portici aveva ottenuto molti ‘like’ e commenti di felicitazioni. C’è chi, però, si è adirato molto.

La studentessa, poi sospesa, ha scritto: ‘Amore per i vostri ragazzi? Senso di appartenenza? Davvero credete che le cose vadano così in questa scuola? Presentare il Flacco in un contesto felice sui social non lo renderà tale. Posso solo provare vergogna e disprezzo per chi scrive una cosa del genere… Siete dei falsi. Mai sentito alcun alunno del Flacco dire di essere felice nel contesto scolastico’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.