Terribili vacanze in Salento per una 19enne: stuprata nel bungalow

By | 31 agosto 2017

Stupro a Taviano nel bungalowVacanze in Salento da dimenticare per una 19enne che, lo scorso agosto, è stata stuprata in un bungalow da un 27enne di Latina, anche lui in vacanza in Puglia. La violenza è stata consumata esattamente a Taviano, in provincia di Lecce. L’uomo era tornato da una discoteca e non trovando l’amica, con cui aveva instaurato una fugace relazione, si era recato nel bungalow dove si trovava la 19enne, anche lei appena tornata da un locale. L’uomo, sotto i fumi dell’alcol, avrebbe bloccato la giovane e poi consumato un rapporto ‘intimo’ contro la sua volontà. Dopo lo stupro, il 27enne di Latina è fuggito. La ragazza ha subito avvisato gli amici e questi hanno chiamato i carabinieri. Prima dell’arrivo dei militari, gli amici della ragazza stuprata avevano iniziato a prendere a calci e pugni lo stupratore. Questo sarebbe stato linciato se i carabinieri non fossero intervenuti in tempo.

Stupratore fermato

loading...

Ennesimo stupro in Italia nel giro di pochi giorni. Il 27enne che ha violentato la 19enne nel bungalow salentino è stato fermato. Ora si attende la convalida del fermo. L’aguzzino è stato sottoposto a un esame ematico, da cui è emerso un elevato quantitativo di alcol nel sangue. L’uomo, quindi, aveva alzato il gomito prima di stuprare. La circostanza ovviamente non è una scriminante, semmai è un’aggravante.

Visto che il violentatore non è salentino ma residente a Latina, il giudice ha disposto il suo trasferimento in carcere in attesa della convalida del fermo. C’è infatti pericolo di fuga. Il 27enne avrebbe riferito agli inquirenti di non aver assolutamente violentato la 19enne, trattandosi di un rapporto consenziente. La sua parola contro quella della giovane.

L’ondata di violenza in Puglia

Aveva sempre 19 anni la ragazza che, a Gallipoli (Lecce), aveva rivelato di essere stata stuprata da un gruppo di ragazzi torinesi, mentre beveva un drink in una casa di amici. Dalle indagini delle forze dell’ordine era emerso che la giovane era stata solo palpeggiata e molestata da due ragazzi. A comprovarlo era stati anche gli esami medici. Nessuna violenza per la 19enne, residente in un Comune del Bergamasco, che stava trascorrendo una vacanza nella splendida location leccese. La 19enne che si stava rilassando a Taviano, invece, è stata stuprata davvero.

Episodi comunque riprovevoli quelli accaduti negli ultimi tempi in Puglia. Che dire, ad esempio, dello stupro di gruppo avvenuto a Bari, vicino al porto, nei primi giorni di agosto? La vittima, una 15enne, era stata invitata da un ragazzo a prendersi un gelato. Si trattava di una scusa per portarla in un luogo appartato, dove si trovavano gli altri membri del branco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *