Esteri

Tigre killer: è caccia al felino in India

A Nuova Delhi il panico per la tigre killer non accenna a placarsi. Il governo sta però prendendo provvedimenti, dal momento che ha ingaggiato il cacciatore dell’India, Nawab Shafath Ali Khan, per trovare e ammazzare T1, la tigre mangia-uomini più pericolosa del Paese, che nel giro di due anni ha già sbranato ben 13 persone

Gli animalisti difendo la tigre killer

La missione nella giungla di Maharashtra, non lascia impassibili gli animalisti, che continuano a difendere a spada tratta la tigre incriminata. In particolar modo hanno chiesto, invano, che lo stato non assoldasse il cacciatore.

Nawab infatti è il numero uno e non sgarra mai una missione per la difesa degli esseri umani dal pericolo animale. Il cacciatore, va alla ricerca di T1, attraverso dei pachidermi addomesticati al posto delle jeep, in maniera tale che l’animale non si imbuchi al rombo dei motori.

Il cacciatore ha pure provato a convincere gli animalisti che ammazzerà la tigre solo se si vedrà costretto. Altrimenti la addormenterà con dei proiettili tranquillanti. Le associazioni però sono comunque preoccupati perché l’intento è di liberare la città dal pericolo di morte.

I danni provocati dalla tigre killer

Il cacciatore ha dichiarato che “La tigre sta uccidendo perché non trova altre prede da cacciare e ha fame. Anche i suoi due cuccioli si nutrono di carne umana. Lo sta facendo per sopravvivere”.

Lo scorso mese il felino ha ammazzato tre persone, e pur se gli animalisti credono che T1 sia il capo espiatorio per le tredici vittime, le autorità indiane sostengono che le prove siano tutte a carico del felino. Una lotta per la sopravvivenza che non accenna a placarsi

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.