Esteri

Trema la terra in Nuova Caledonia: scatta allerta tsunami

La terra trema ancora e stavolta oltreoceano. Una fortissima scossa di terremoto ha coinvolto la Nuova Caledonia. Il punto è che dato l’ipocentro e l’epicentro i sismologi non hanno potuto non diramare l’allerta tsunami.

Sisma in nuova Caledonia: è paura

Si tratta di un terremoto che ha avuto magnitudo 7,6 alias la scala Richter. In mattinata la terra ha tremato tanto che l’Istituto americano di geologia è sul chi va là per paura che possa crearsi un’onda anomala.

Per la precisione questa forte scossa da capogiro si è registra da alle ore 15:20 circa dell’ora locale. L’equivalente insomma delle 5 di mattino per l’Italia. Vero è che ha tremato il fondale del Pacifico Meridionale, ma è vero anche che, proprio per questo è scattata l’allerta tsunami.

Cosa dicono gli esperti sul sisma in Nuova Caledonia

Ovviamente la paura è tanta. Tra i sismologi c’è un’attenzione particolare alla formazione di un’onda anomala, perché, come già successo in passato e in altre zone oceaniche, uno tsunami finirebbe con il distruggere tutto il territorio.

Comunque sia, stando ai dati dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) italiano e del servizio geologico statunitense Usgs, il terremoto in Nuova Caledonia ha avuto ipocentro a circa 15 km di profondità ed epicentro 168 km a est di Tadine.

 

 

Sulla base dei parametri sismologici preliminari”, “pericolose onde di tsunami sono possibili sulle coste entro 1.000 chilometri dall’epicentro del terremoto”, ha avvertito da parte sua il Pacific Tsunami Warning Center (PTWC).Le autorità neozelandesi hanno emesso un allerta simile dopo il terremoto, misurato a 10 chilometri di profondità.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.