Tromba d’aria a Roma, pakistano morto a Ladispoli

By | 7 novembre 2016

Una giornata da dimenticare, quella di ieri, a Roma. La città è stata interessata da piogge e venti intensi. In diversi comuni in provincia di Roma, però, il maltempo ha picchiato duro. Una tromba d’aria, in serata, ha sferzato Ladispoli, cittadina del litorale a nord della Capitale.

Strada statale Aurelia chiusa

Vento e piogge hanno messo in ginocchio Ladispoli. Una tromba d’aria ha causato seri danni e, purtroppo, ha fatto 2 vittime. Un pakistano 36enne è stato ucciso da un cornicione caduto da un palazzo nei pressi di via Duca degli Abruzzi. Un cornice ha provocato gravi ferite anche a un’altra persona. Lampioni e alberi sono caduti per terra sia nel centro abitato che sulla strada statale Aurelia, che è rimasta chiusa per tutelare l’incolumità degli automobilisti. Sospesa anche la circolazione ferroviaria sulla tratta Termini Civitavecchia, tra Ladispoli e Cerveteri. Un anziano, a Cesano, è stato travolto da un albero ed è morto.

Numerosi disagi a Roma. Tanti rami, anche di grosse dimensioni, sono caduti sulle strade. La circolazione è andata in tilt in numerose zone della Capitale. Si sono formate code chilometriche anche sul Grande Raccordo Anulare, tra Flaminia e Tuscolana, in ambedue le direzioni.  Vento forte, ieri, a Roma. Un palazzo di  piani in via Ancona, a Ladispoli, è stato letteralmente dilaniato dalla forza dei venti. Lo stabile è stato ovviamente evacuato.

Cesano, albero schiaccia ex militare

Una vittima anche a Cesano. Un militare in pensione, Fernando Fiorese, viaggiava sulla sua auto quando un albero gli è caduto addosso. Per l’uomo, sposato e padre di 2 figli, non c’è stato nulla da fare. Il tragico episodio è avvenuto in via Senio. L’ex militare era originario di Vicenza ma viveva a Roma da molti anni. Secondo le ultime informazioni, a Cesano hanno ceduto anche le mura della Scuola di Fanteria. La tromba d’aria che ieri ha sferzato Roma e provincia è stata al centro di molti dibattiti sui social network. C’è chi ha parlato anche di apocalisse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.