Uccisa incinta di 8 mesi per prenderle il bimbo in grembo

By | 30 agosto 2017

Uccidono donna incinta per prendere bimboOrrore negli Usa, dove una coppia è accusata di aver ucciso Savanna LaFontaine-Greywind, una 22enne all’ottavo mese di gravidanza. Il corpo della donna era stato ritrovato nelle acque di un fiume da alcune persone che praticavano kayak. Era all’interno di un sacco di plastica. I poliziotti avevano subito parlato di omicidio. Adesso sono finiti sotto custodia il 32enne William Hoen e la 38enne Brooke Crews. La coppia avrebbe reso dichiarazioni discordanti su come è venuta in possesso di quel neonato. La scoperta del cadavere di Savanna pone fine così a un intenso ciclo di ricerche, durato 8 giorni, che hanno coinvolto un ingente numero di agenti e cani. Le indagini sono finite. La Polizia ritiene che il 32enne e la 38enne abbiano trucidato la LaFontaine-Greywind per appropriarsi del bebè che stava per dare alla luce. Un crimine tremendo. Adesso si attendono i risultati del test del DNA.

La rivelazione della Crews

loading...

La signora Crews ha dichiarato più volte, durante i recenti interrogatori, di aver ospitato la 23enne nella sua abitazione e di averle spiegato come indurre il parto; dopo un paio di giorni Savanna sarebbe tornata dalla Crews con il suo bimbo. Gli agenti ritengono che le cose non sono andate così, che tali affermazioni sono infondate. La verità secondo gli inquirenti, è che Brooke e il compagno avrebbero massacrato la 23enne per impossessarsi del bimbo che aveva in grembo, gettando poi il cadavere nel fiume e, quindi, far perdere le sue tracce. Ancora non si può escludere nessuna ipotesi e comunque la prova regina è quella del DNA. Grazie a questa si potrà sapere se il bimbo della coppia è, in realtà, il figlio della povera Savanna.

Il compagno di Savanna è disperato

Il compagno della LaFontaine-Greywind, Ashton Matheny, è disperato e si lamenta perché nessuno gli ha permesso di sapere qualcosa sulle indagini in corso. Lui sostiene di essere il padre del bimbo che viveva con la coppia sotto custodia. Il giovane ha confessato di aver perso la voglia di vivere. La morte della compagna lo ha segnato e non sarà semplice tornare a vivere come una volta.

Molti aspetti di questa storia dovranno essere chiariti, come il modo in cui Savanna è stata uccisa e come ha partorito. Gli investigatori hanno scoperto che la coppia di trentenni aveva cercato di attirare la 23enne nella sua abitazione, qualche giorno prima della sua scomparsa. Ci sono tanti interrogativi che attendono risposte. L’unica cosa certa è che Savanna è morta e suo figlio è venuto misteriosamente alla luce.

‘Amava (Savanna, ndr) tutti, amava i bambini, amava la sua famiglia. Sarebbe stata una mamma meravigliosa’, ha dichiarato Matheny.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *