News

Un Giorno Mi Dirai Stadio Testo ed Interpretazione, lacrime ed abbracci tra padre e figlia

b2d2a2f1db7f63be430fb2f6b249b892-k6xC-U1070118600369hGE-1024x576@LaStampa.itNessuna canzone aveva mai raccontato, con cotanta delicatezza, il rapporto speciale che lega un padre ad una figlia. Sinora. Poi sono arrivati gli Stadio e, quest’anno, a Sanremo, ci hanno dimostrato come sia semplice descrivere quel groviglio di lacrime, parole, incomprensioni ed abbracci tipico di un rapporto unico ed inimitabile.

Il Video immagina una conversazione in auto tra padre e figlia. Poi tutto si perde tra le evanescenti onde del mare e la ricerca di un senso da dare alle parole di un padre.

Quante parole non comprese, tra padre e figlia. Quanti amori sacrificati per un bene più grande, un amore che supererà sempre la paura e le incomprensioni, e sarà un caldo riparo dalle delusioni della vita.

Quando si e’ piccole non si comprendono le decisioni di un padre e da grandi, magari, si può solo chiedere il perche’. Spesso sbeffeggiamo le loro scelte, ridiamo delle loro lacrime, perche’ crediamo i nostri padri eroi invincibili, incapaci di deluderci, incapaci di commettere errori.

Poi cresciamo ed andiamo incontro alle delusioni, inevitabili, che ci sconvolgono e ci distruggono. “Un giorno mi dirai che un uomo ti ha lasciata e che non sai più come fare a respirare, a continuare a vivere!”. Tutti abbiamo provato quel dolore ed il senso di annientamento che ne deriva. Solo l’abbraccio di un padre, in quel caso, può farci sentire l’amore puro di cui abbiamo bisogno. Solo il suo conforto incondizionato può regalarci la pace. Soltanto la sua ammissione: “Un uomo può sbagliare, lo sai!” può farci crescere.

Quante volte non abbiamo ascoltato i nostri padri. Troppe. Ma poi li abbiamo stretti ed il mondo ci e’ sembrato nuovamente un posto migliore.

Una tanto dolce poesia che celebra l’amore filiale non poteva che meritarsi il primo posto al Festival di Sanremo.

Ecco il testo di Un Giorno Mi Dirai:

Un giorno ti dirò

Che ho rinunciato alla mia felicità per te
E tu riderai, riderai, tu riderai di me
Un giorno ti dirò

Che ti volevo bene più di me
E tu riderai, riderai, tu riderai di me
E mi dirai che un padre
Non deve piangere mai
Non deve piangere mai
E mi dirai che un uomo
Deve sapere difendersi…
Un giorno ti dirò

Che ho rinunciato agli occhi suoi per te
E tu non capirai, e mi chiederai… «perché»?
E mi dirai che un padre
Non deve piangere mai
Non deve arrendersi mai
Tu mi dirai che un uomo
Deve sapere proteggersi…
Un giorno mi dirai

Che un uomo ti ha lasciata e che non sai
Più come fare a respirare, a continuare a vivere
Io ti dirò che un uomo
Può anche sbagliare lo sai
Si può sbagliare lo sai
Ma che se era vero amore
È stato meglio comunque viverlo
Ma tu non mi ascolterai
Già so che tu non mi capirai
E non mi crederai
Piangendo tu
Mi stringerai. 

 

 

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.