Usa, baby sitter picchia bimbo down (VIDEO)

By | 8 ottobre 2016

Un video ha inchiodato Lillian D. White, una baby sitter a cui era stato affidato temporaneamente Luke Field, un bimbo down epilettico e con problemi cardiaci. La donna avrebbe offeso e picchiato più volte il piccolo. Lo testimonia un filmato ripreso dalla telecamera che la madre di Luke, allarmata dallo strano comportamento del figlio, ha pensato di posizionare in casa. Ebbene, il video ha confermato quello che la donna pensava: la baby sitter picchiava il piccolo Luke. Sotto potete osservare l’agghiacciante filmato.

Baby sitter cinica e spietata

Quando la madre di Luke Field ha visto quel video agghiacciante è rimasta incredula ed ha provato molta tristezza, pensando al dolore provato dal figlio quando veniva malmenato dalla corpulenta tata. Il filmato ritrae Lillian D. White che cambia il pannolino al bimbo down e lo getta a terra; poi gli si siede sopra e lo picchia. Il minore è fermo, indifeso, preda di un soggetto che riteneva buono. Non era così. Lillian è una donna cinica che, certamente, svolge il suo mestiere per denaro, non per passione. Quel video, adesso, potrebbe costare una pesante condanna alla baby sitter che, finora, non ha rilasciato commenti. E’ certo che, in base alla legge americana, Lillian rischia grosso. Purtroppo, casi del genere non sono rari nel mondo. Le persone down o con gravi disabilità sono gli obiettivi prediletti di personaggi sadici e cinici.

La storia di violenze che proviene dagli Usa è simile a quella avvenuta recentemente a Manchester, UK, dove un ragazzo autistico, Curtis McDonnel, è stato aggredito e picchiato da una banda di giovani violenti. Luke, Curtis ed altri bimbi autistici necessitano di cure e assistenza da parte degli adulti. Solo che esistono persone fredde e insensibili che mirano ad angariare e mortificare i piccoli. Luke Field è un bimbo che necessita di grande assistenza perché non solo è down ma soffre anche di crisi epilettiche ed ha problemi al cuore. La mamma, allora, aveva pensato di chiamare la baby sitter Lillian per darle una mano, specialmente in sua assenza. A un certo punto, però, la madre di Luke si era accorta che il figlio era impaurito quando vedeva Lillian. La donna si è insospettita ed ha piazzato una telecamera di sorveglianza in casa. Ebbene, i suoi sospetti sono stati avallati dal filmato agghiacciante.

Seduta su Luke per infilargli i pantaloni

Nel video si vede la bambinaia che tenta di infilare i pantaloni al bimbo down e, per farlo, gli si siede sopra. Lui è inerme. Non finisce qui. La baby sitter crudele prende il piccolo per le gambe e lo trascina in varie parti della camera. Lui, impaurito, chiede aiuto. Il comportamento di Lillian è veramente crudele e aberrante: adesso deve aspettarsi una condanna pesante. Quando la madre del minore down ha visto quel filmato è rimasta allibita e, dopo, ha denunciato il fatto alla Polizia. La bambinaia è accusata di abusi su minore e, durante le udienze, non ha mai commentato quel video e non ha voluto spiegare la ragione di tanta crudeltà.

Luke, adesso, si sta riprendendo grazie all’amore dei genitori. Certo, è ancora presto per dimenticare gli abusi subiti in casa e commessi da una persona crudele e senza pietà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *