Usa, bimbo autistico vuole recitare: maestra gli toglie il microfono

By | 20 novembre 2016

Sconcerto negli Usa per il gesto discriminatorio di una maestra. Era il giorno del Ringraziamento e il piccolo Caleb, 6 anni, voleva solamente recitare la parte del tacchino. La maestra, però, al termine dello spettacolo, non glielo ha permesso: gli ha tolto il microfono dalle mani. Gli atti di bullismo, nel mondo, sono purtroppo una grave piaga. Com’è possibile curare una piaga se neanche chi deve dare l’esempio si comporta correttamente?

Bimbo autistico in lacrime sul palco

Alla fine della recita nella scuola elementare di Clarksbrug (West Virginia) Caleb, un bimbo autistico, era vestito da tacchino e voleva salutare il pubblico. L’insegnante però non glielo ha consentito, strappandogli subito il microfono. Il ragazzino è stato mortificato gratuitamente dalla sua maestra, dalla persona che dovrebbe difenderlo ed educarlo. In fondo il piccolo Caleb avrebbe voluto solo dire ‘Goobble, gobble’, ovvero il verso del tacchino. Nulla di più. La scena è stata immortalata ed è finita in Rete, suscitando lo sdegno di migliaia di persone, che si sono commosse alla vista di un bimbo autistico in lacrime sul palco. Nel filmato si vede bene la maestra, Mrs. Linsey, che toglie il microfono al bambino autistico mentre si accingeva a dire ‘Goobble, gooble’. La madre di Caleb, Amanda Riddle, ha scritto su Facebook che suo figlio ha problemi ma è buono, ha un cuore grande e vuole bene a tutti.

loading...

La madre di Caleb è stanca dell’emarginazione

La signora Riddle ha dichiarato di essere stanca del trattamento che ricevono i bimbi non normali come suo figlio. La donna è stufa dell’emarginazione. Dopo la diffusione del video nauseante, la madre di Caleb ha ricevuto molti messaggi di sostegno.

Giorno del Ringraziamento amaro, dunque, per Caleb. La maestra lo ha fatto piangere sul palco. Un gesto inaudito, crudele, che certamente il bimbo autistico non meritava. I filmati immortalati dai genitori del piccolo, Kent Squires e Amanda Riddle, mostrano Caleb visibilmente in difficoltà sul palco. Quando la maestra gli ha tolto il microfono dalle mani ha detto ‘oh, no’ ed è scoppiato in lacrime. Il video postato su Facebook ha suscitato l’indignazione degli insegnanti e dei genitori degli altri bambini, che hanno descritto il comportamento della maestra come ‘scandaloso’. Tantissimi genitori si sono schierati dalla parte del padre e della madre di Caleb. Una madre ha scritto: ‘Come genitore di bimbi che frequentano le scuole della Contea di Harrison, sono inorridita dal comportamento di quella donna. Non solo ha fatto ‘scricchiolare’ il cuore di quel bimbo dolce ma ha fatto capire agli altri minori che un comportamento del genere è OK. Non è affatto OK… Non accetto l’idea che persone possano trattare i nostri figli in questo modo.

Una donna che ha un figlio autistico, come la Riddle, ha scritto: ‘E’ estremamente difficile licenziare gli insegnanti a causa dei sindacati ma spero che questa donna venga al più presto allontanata dai bambini’.

Non si sa ancora se la maestra abbia deliberatamente preso il microfono dalle mani del bimbo autistico o lo abbia preso senza rendersi conto che Caleb stava per parlare. Un dirigente di Harrison County Schools, Mark Manchin, ha detto che il Board of Education sta visionando i video e, quindi, affrontando la situazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *