Vaticano allontana clochard da Piazza San Pietro: divieto diurno

By | 22 settembre 2017

Vaticano caccia senzatetto da Piazza San Pietro. Solo di giorno peròNiente più clochard a Piazza San Pietro di giorno. Vita dura per i senzatetto che solitamente trascorrono le loro giornate a Piazza San Pietro. Il Vaticano ha deciso di allontanarli per garantire il decoro in un luogo visitato ogni giorno da migliaia di fedeli e turisti. Un divieto che già sta facendo discutere. A spegnere le polemiche ci ha pensato Greg Burke, direttore della sala stampa della Santa Sede, precisando che il ban previsto per i clochard è solo diurno. Di notte i senzatetto potranno stazionare sotto il colonnato del Bernini. L’incuria e l’abbandono hanno raggiunto un livello eccezionale a Piazza San Pietro. Adesso il Vaticano corre ai ripari, impedendo ai clochard di permanere nella celebre piazza di giorno. A confermare il forte degrado presente nella Piazza sono anche i poliziotti di Borgo Pio, secondo cui non sono rare colluttazioni notturne tra clochard ed episodi sconci. Nei mesi scorsi, ad esempio, aveva fatto il giro del web l’immagine che ritraeva un senzatetto che urinava sotto il colonnato del Bernini.

Ordine e pulizia in Piazza San Pietro

Lo scopo del Vaticano non è certamente quello di rendere difficile la vita dei clochard che, comunque, possono dormire sotto il colonnato del Bernini, di notte, ma assicurare ordine e pulizia in Piazza San Pietro, almeno di giorno. L’altro giorno, addetti alla pulizia, giardinieri vaticani e agenti della Gendarmeria vaticana hanno pulito a fondo le zone dove solitamente bivaccano i barboni, per rendere lindi Piazza San Pietro e dintorni. Obiettivo riuscito. Adesso bisognerà vedere se i clochard rispetteranno l’ordine impartito dal Vaticano. Siamo sicuri che nessun senzatetto stazionerà sotto il colonnato del Bernini e nelle vicinanze anche dei giorni? Abbiamo i nostri dubbi.

Papa Francesco sempre tollerante con i senzatetto

Ai clochard è stato chiesto dal Vaticano di lasciare libera Piazza San Pietro di giorno per garantire agli operatori dell’Ama di pulirla e renderla migliore. Uno dei posti più belli al mondo, insomma, non deve sembrare il regno del deterioramento e dell’abbandono. Papa Francesco si è sempre mostrato accogliente e tollerante verso i senzatetto, realizzando a San Pietro anche docce e bagni per loro.

Ovviamente Papa Francesco ha avuto contezza del divieto diurno per rendere gradevole Piazza San Pietro ai turisti e ai pellegrini. Chiaramente, i clochard potranno sempre usufruire (anche di giorno) dei bagni e delle docce.

Non solo degrado ma anche lotte e racket tra clochard. Nei mesi scorsi, le forze dell’ordine avevano scoperto che alcuni senzatetto imponevano ad altri il pagamento di una somma per usufruire delle docce. Chi si opponeva veniva malmenato. Una maggiore sorveglianza di Piazza San Pietro da parte degli agenti della Gendarmeria vaticana e della Polizia servirà ad evitare anche episodi del genere.

Clochard avvisati dall’elemosiniere vaticano

Burke ha così spiegato, ai microfoni dell’Adnkronos, l’allontanamento degli homeless da Piazza San Pietro: ‘Non è cambiata l’accoglienza dei senzatetto e non si è trattato di una cacciata: l’allontanamento è stato determinato da ragioni di decoro, sicurezza e buon senso ma di notte potranno continuare a dormire sotto ai porticati’.

Nessuno vuole cacciare nessuno a Piazza San Pietro. L’obiettivo è solo quello di mantenere pulita e sicura la piazza. Niente di più. L’Elemosineria vaticana continuerà sempre ad accudire i clochard. Ad avvertire i senzatetto del divieto diurno di stazionamento nei pressi della celebre piazza è stato padre Konrad Krajewski, elemosiniere del Vaticano. Papa Francesco auspica che gli homeless siano comprensivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *