Velletri, bimbo muore dopo parto cesareo

By | 27 luglio 2016

Choc a Velletri, in provincia di Roma, dove venerdì scorso è morto neonato. Il piccolo Martino è deceduto un’ora dopo la nascita all’ospedale ‘Paolo Colombo’ di Velletri. La magistratura ha disposto l’autopsia sul corpicino del piccolo.

Sequestrate cartelle cliniche

Un’altra morte di un neonato in ospedale. La madre del bimbo, Eleonora, e il padre Federico non riescono a darsi pace. Tra la mattina e il pomeriggio del 22 luglio 2016, la 32enne si era recata più volte nel nosocomio di Velletri per monitorare la situazione. Alla fine i medici hanno constatato una dilatazione del collo dell’utero di 6 cm. E’ stato disposto un taglio cesareo d’urgenza. Il bimbo pesava quasi 4 kg ma è deceduto dopo un’ora dalla nascita. Quello che doveva essere uno dei momenti più belli della vita du Federico ed Eleonora si è trasformato nel più tragico. Martino se n’è andato prestissimo, dopo solo un’ora dalla nascita.

Morte inaspettata di un bebè nell’ospedale Colombo di Velletri. I genitori di Martino hanno deciso di sporgere denuncia. Il bimbo, prima della nascita, stava bene. Perché allora è morto. I genitori vogliono vederci chiaro. La magistratura dovrà dare risposte e, se vi fossero responsabili, dovranno pagare.

loading...

I carabinieri hanno già sequestrato le cartelle cliniche di Eleonora ed hanno iniziato ad interrogare medici ed infermieri del ‘Colombo’.  Domani, 28 luglio 2016, i funerali di Martino si svolgeranno a Velletri, nella chiesa di San Giovanni Battista.

Episodio di Velletri ricorda quello di Avezzano

La gravidanza, a detta dei genitori del bebè morto, era andato bene. La donna non ha avuto mai problemi e il feto godeva di ottima salute. Allora perché il piccolo è morto subito dopo la nascita? Perché il destino ha voluto questo? L’episodio è analogo a quello avvenuto ad Avezzano qualche mese fa. Nel locale ospedale, un neonato è morto in culla poche ore dopo la nascita. Il decesso è avvenuto nella stanza d’ospedale dove soggiornava la madre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *