Arte e cultura

Writer investito da treno: Mauro Mantovani amava il disegno

Sesto San Giovanni, writer investito da treno TrenordMauro Mantovani amava il disegno ma la sua passione gli è costata la vita. Ieri sera, alle 21.40, il writer 38enne è stato travolto e ucciso da un treno a Sesto San Giovanni, nelle vicinanze di via Venezia. Il dramma si è consumato poco prima dell’ingresso nella stazione di Sesto Fs. Sul posto è arrivato subito il personale del 118 con un’automedica e un’ambulanza ma l’intervento è stato vano. Mantovani è morto poco dopo l’impatto con il convoglio. Una persona che aveva visto Mauro poco prima della tragedia, probabilmente l’ultima a vederlo in vita, ha rivelato: ‘L’ho visto mentre scavalcava il muro e l’ho fermato. Aveva una bici con sé e uno zaino. Mi ha detto che andava a fare dei disegni e che sarebbe entrato nel cancello’. Effettivamente, gli agenti della Polfer hanno trovato sia la bici del writer, legata al cancello che lo stesso aveva scavalcato, che lo zainetto menzionato dal testimone. Vicino al cadavere del 38enne anche una bottiglia mezza vuota. Stranamente, nello zaino non c’erano bombolette spray: solo libri, fogli e disegni.

Mauro morto dove era stato travolto Svyatoslav Naryshev

Notte tragica a Sesto San Giovanni. Gli agenti della Polfer hanno lavorato  fino a notte fonda per scoprire se Mauro Mantovani si sia voluto togliere la vita o se si sia trattato di un brutto incidente. Nella stessa zona dove ieri sera è morto Mantovani, l’anno scorso era morto un altro writer. Un convoglio l’aveva travolto mentre, insieme a un amico, stava apponendo la sua firma sotto un graffito. Giornata da dimenticare quella di ieri in Lombardia. Proprio quando il treno stava investendo il writer 38enne, a Legnano un convoglio travolgeva e uccideva una 19enne.

La passione per il disegno, per i graffiti sui muri, per l’arte ha ucciso Mauro Mantovani. Il 38enne ha cessato di esistere proprio nel punto in cui, un anno fa, aveva perso la vita il 19enne Svyatoslav Naryshev, writer italiano originario di San Pietroburgo. Il ragazzo era intento a disegnare un graffito insieme a un amico quando era stato travolto da un convoglio Trenord. L’amico era miracolosamente riuscito a salvarsi. Entrambi non si erano accorti dell’arrivo del treno. Mauro e Svyatoslav: stessa passione e stesso destino. Il 38enne e il 19enne sono morti nello stesso punto.

Il writer di Sesto San Giovanni aveva ottenuto riconoscimenti

Mauro ci sapeva veramente fare con la bomboletta, e non solo. Amava il disegno e per questo era stato premiato più volte. L’operatore sociale 38enne viveva non molto distante dal luogo dove, ieri sera, un treno l’ha ucciso. Una fine tragica. Sarà compito degli uomini della Polfer fare luce su questa ennesima tragedia vicino ai binari. Attualmente non è esclusa nessuna pista, compresa quella del suicidio. Secondo le ultime informazioni, Mantovani era solo e ciò rende difficile la ricostruzione dell’esatta dinamica dell’episodio. Ieri sera, dopo il drammatico incidente, Trenord aveva diffuso il seguente comunicato: ‘A causa dell’investimento di una persona, avvenuto tra le stazioni di Milano Greco Pirelli e Sesto San Giovanni e il conseguente intervento da parte delle autorità competenti, i treni potranno subire ritardi di circa 30 minuti, variazioni di percorso o cancellazioni. Prestare attenzione ai monitor e agli annunci in stazione’.

Mauro Mantovani amava disegnare sui muri ma aveva realizzato anche varie opere esposte a Sesto San Giovanni, la sua città. Per le sue creazioni il 38enne usava materiali diversi, spesso presi nei capannoni dismessi. Non di rado usava scarti. Un altro street artist strappato alla vita da un treno.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.