Bere acqua fa bene alla salute? Parzialmente vero

By | 12 ottobre 2016

Medici ed esperti hanno sempre raccomandato di bere almeno 8 bicchieri d’acqua al giorno per stare in salute. Beh, ciò è parzialmente vero

 

Le ‘abbuffate’ di acqua non fanno così bene all’organismo, anzi sono deleterie. Lo hanno scoperto alcuni ricercatori della Monash University. Sembra che il cervello, a un certo punto, imponga uno ‘stop’ all’assunzione di liquidi. Se dopo tale segnale si continua a bere acqua si rischiano gravi danni alla salute. Sembra strano ma è così.

Bere acqua solo quando si ha sete per evitare guai

Michael Farrell, ricercatore della Monash University, ha affermato che se ognuno di noi facesse ciò che gli chiede il proprio corpo farebbe bene. In sostanza, bisogna bere solo quando si ha sete, evitando le ‘abbuffate’ di liquidi. Farrell ha ricordato che molti maratoneti sono deceduti perché hanno bevuto molta acqua, sicuramente più del necessario. L’esperto, comunque, ha ricordato che gli anziani, generalmente, dovrebbero bere di più e controllare continuamente l’assunzione di liquidi.

Si è sempre detto che bere tanta acqua aiuta a prevenire danni renali, perdere peso e aumentare il livello di concentrazione. Beh, in base agli studi condotti recentemente, ciò è vero in parte. Bere i famosi 8 bicchieri d’acqua al giorno può essere dannoso per l’organismo. In realtà non sussiste alcuna prova scientifica sulle virtù dell’acqua e sulla sua attitudine ad evitare problemi di salute. La ricercatrice Margaret McCartney ha affermato che i proclami sul benessere derivante dall’assunzione di molta acqua provengono essenzialmente dalle aziende che vogliono massimizzare i loro profitti. McCartney ha anche sottolineato che bere molto quando non si ha sete può compromettere la capacità di concentrazione. Non solo, le sostanze usate per sterilizzare l’acqua contenuta nelle bottiglie potrebbero causare seri danni alla salute.

Rischio danni ai reni

Diversi studi, condotti anni fa, hanno dimostrato che bere troppa acqua potrebbe causare insonnia e danni ai reni. Ciò suona molto strano, visto che è stato sempre sostenuto dalla maggioranza degli esperti che per prevenire patologie ai reni bisogna bere molta acqua.

La dottoressa McCartney ha aggiunto che bere molta acqua può portare a una condizione fatale, denominata iponatremia, consistente in un forte calo dei livelli di sale nell’organismo. Tale condizione potrebbe far gonfiare il cervello. Nel 2003 l’attore Anthony Andrews è stato colpito dalla malattia per aver bevuto troppa acqua durante le prove.

Acqua fa perdere peso: falso

Non è vero neanche che bere molta acqua favorisce la perdita di peso. Il professor Stanley Godfarb, esperto di metabolismo presso l’Università della Pennsylvania, Usa, ha detto che attualmente non esiste alcuna prova sul collegamento tra assunzione di acqua e dimagrimento. In sostanza, non esistono evidenze scientifiche del fatto che bere acqua prima di un pasto riduce l’appetito.

Bere acqua, dunque, con moderazione. Da sempre molti personaggi famosi, come Michelle Obama, hanno promosso campagne orientate a sollecitare la popolazione a bere più acqua. Bere acqua fa bene ma bisogna sentire il nostro corpo. Si beve se si sente il bisogno di bere. Il pericolo maggiore derivante dalle ‘abbuffate’ di acqua è l’iponatriemia. Sono i maratoneti quelli che, maggiormente, vengono colpiti da tale patologia. L’iponatriemia è una grave malattia perché causa coma e convulsioni e, addirittura, può portare alla morte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.