Adele Ammonisce Donald Trump: “Non Usare Mie Canzoni!”

By | 1 febbraio 2016

Adele Critica Trump perché Usa Sua MusicaAdele contro Donald Trump, ricco magnate americano che ambisce a diventare il prossimo presidente degli Stati Uniti. La cantautrice britannica ha avvisato il repubblicano di non averlo mai autorizzato a usare le sue canzoni per i comizi elettorali

 

Pare infatti che Trump abbia più volte trasmesso le canzoni di Adele durante i suoi comizi, tra cui “Rolling in the Deep” e “Skyfall”. I fan della cantautrice britannica non hanno approvato le scelte del ricco americano così come la stessa Adele, che peraltro, 5 anni fa, si definì “ragazza del Labour”.

Adele ha più volte sottolineato di non voler esprimere le sue opinioni politiche e non tollera che la sua musica venga usata senza alcuna autorizzazione, per di più da un personaggio che, nel Regno Unito, è sgradito. La riluttanza verso Trump è cresciuta notevolmente soprattutto dopo le sue parole discriminatorie sull’Islam. L’Indipendent ha reso noto che non solo Adele ha ammonito Trump per aver usato la sua musica nei comizi: in passato lo hanno fatto anche Michael Stipe (leader dei REM) e Steve Tyler (voce degli Aerosmith).

Un portavoce di Adele ha precisato durante un’intervista alla CNN:

“Adele non ha mai autorizzato nessuno ad usare la sua musica per finalità politiche“.

Trump ha messo “Rolling in the Deep” anche oggi, durante un comizio in Iowa. Adele e i suoi fan, però, non ci stanno. Forse il magnate statunitense vuole emulare Ronald Reagan, che usò una canzone di Bruce Springsteen durante una conferenza.

Il regista Jason Pollock ha esortato, attraverso Twitter, la cantautrice britannica a fare il possibile per evitare che Trump ed altri continuino ad usare le sue canzoni per perseguire i loro scopi politici:

“Non si può lasciare che questo continui. Ok grazie”.

loading...

Blaze ha rivelato che Donald Trump è un grande fan di Adele, avendo anche partecipato a un suo concerto, a New York, lo scorso novembre.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *